NOVI LIGURE – Proseguono i controlli sulla movida novese dei Carabinieri, in collaborazione con la Polizia Municipale di Novi Ligure. Nella scorsa serata, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria sette tra cittadini italiani e stranieri.

L’esito dei controlli nei locali ha portato alla sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande in un’attività di via Saffi, perchè è stata rilevata tra gli avventori, la presenza di pluripreguidicati. Sono stati sequestrati due contenitori di sostanza stupefacente gettati a terra in due aree diverse del locale e sono state somministrate bevande alcoliche a minorenni. Un uomo di 42 anni di Novi è stato trovato in possesso di cocaina e segnalato in Prefettura per uso di sostanze stupefacenti. Continua dopo il banner

adv-763

I controlli alla circolazione stradale hanno interessato 42 utenti e 17 veicoli. A Novi Ligure  a Serravalle Scrivia, i militari dell’Aliquota Radiomobile e del Comando Stazione di Cassano Spinola hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di tre cittadini, di 21 anni, 25 anni e 39 anni. Il primo, pozzolese, è stato controllato e trovato positivo all’etilometro oltre il limite consentito ed inoltre è stato trovato in possesso di un manganello in polimero. Il secondo, di nazionalità egiziana, è stato fermato a bordo di un’autovettura guidata da un suo connazionale, senza alcun documento di identificazione ed accertato essere irregolare sul territorio italiano. Il terzo, un pluripregiudicato del novese, fermato a Novi Ligure a bordo della sua autovettura ha rifiutato di sottoporsi ad accertamento del tasso alcolemico con etilometro.

I militari delle Stazioni di Novi Ligure e Cassano Spinola, hanno denunciato per furto in concorso due soggetti di nazionalità marocchina, di cui un giovane dell’età di 18 anni ed una minorenne, che in un noto supermercato del novese, con una pinza metallica hanno taccheggiato diversi capi d’abbigliamento. I due giovani sono stati fermati alle casse da personale del supermercato che ha allertato i Carabinieri. I militari hanno perquisito i due giovani rinvenendo la merce e la pinza.