CASTELLAZZO BORMIDA – Si era spacciato per un dipendente Lottatica. Fingendo un guasto al terminale di una attività commerciale di Castellazzo aveva chiesto alla titolare di eseguire una ricarica da 300 euro. Al telefono, l’uomo aveva rassicurato la commerciante dicendo che quella ricarica non sarebbe mai stata messa in pagamento ma nel frattempo aveva chiesto alla donna di ripetere l’operazione per ben cinque volte. Per fortuna la commerciante della provincia si è accorta in tempo della truffa ed è riuscita a bloccare il trasferimento di denaro.

Segnalato l’accaduto ai Carabinieri, i militari di Castellazzo sono arrivati a una donna, risultata anche lei vittima di una truffa. I suoi dati erano stati indebitamente usati per attivare il numero con cui era stata poi contattata la commerciante alessandrina. Fatti una serie di controlli incrociati grazie ai colleghi delle Stazioni sparse in diverse regioni d’Italia, i Carabinieri sono poi arrivati a un cittadino italiano di 48 anni, residente in provincia di Caserta,  che già altre volte aveva usato quel numero per fingersi un dipendente Lottomatica. L’uomo è stato ora denunciato per tentata truffa, ricettazione e sostituzione di persona. Continua dopo il banner

adv-159