SAN GIULIANO VECCHIO – Per quasi due anni una commerciante italiana di 60 anni aveva evitato di pagare la bolletta elettrica del suo negozio accumulando un debito di oltre 15 mila euro. Ad accorgersene sono stati i tecnici dell’azienda fornitrice in seguito a un intervento di routine.

Il contatore infatti era stato manomesso e i cavi allacciati direttamente alla corrente esterna per evitare la misurazione dei consumi, pari a 81.000 kwh da febbraio 2014 a gennaio 2016, come accertato dai Carabinieri di San Giuliano Vecchio. La donna è stata denunciata per furto aggravato di energia elettrica.