ALESSANDRIA – Il contatore del gas era stato chiuso e sigillato dall’Amag ad agosto 2016 per il mancato pagamento delle bollette arretrate. Quando ad aprile i tecnici hanno effettuato un controllo si sono però accorti della manomissione e dell’indebita riattivazione del contatore.

Risaliti all’inquilina dell’alloggio al quartiere Cristo, una cittadina italiana di 70 anni, i Carabinieri hanno fatto scattare la denuncia per furto di gas. In base ai calcoli dell’azienda, la donna avrebbe indebitamente fruito di 1600 metri cubi di gas, senza pagare le corrispondenti bollette da 1300 euro.