ACQUI TERME – Partirà la prossima settimana, il 21 marzo, il potenziamento del trasporto pubblico urbano ad Acqui Terme. Fino al 30 giugno il servizio di collegamento dei quattro punti della città sarà razionalizzato con nuove corse, la prima già alle 6.30 fino a quella delle 19.50. Una corsa con l’autobus costerà 1 euro e 10 centesimi per gli utenti, il prezzo per il sostegno economico si aggira intorno a 50 mila euro all’anno complessivi. Spetterà poi all’amministrazione che vincerà le elezioni confermare o meno, da luglio, questa iniziativa.

“Era nel mio programma elettorale” ha dichiarato il sindaco di Acqui Terme Enrico Bertero “ma è servito un po’ di tempo a causa di alcune lungaggini.” A sostenere l’amministrazione di Acqui Terme ci sono l’associazione Albergatori Acquesi e con la collaborazione dell’Associazione di Volontariato SPI. Continua dopo il banner

adv-185

Il progetto punta a migliorare la mobilità non solo delle persone anziane, che magari non hanno un veicolo privato a disposizione, ma di tutti i cittadini e dei turisti che soggiornano nella nostra città.

Il primo potenziamento riguarda il prolungamento dell’attuale servizio alla zona Bagni, come chiesto da tempo dagli abitanti di Corso Bagni e della zona oltre il ponte; prolungamento che favorirebbe anche il collegamento da e verso il centro città per gli ospiti degli alberghi e delle strutture termali.

Il secondo potenziamento riguarda il collegamento, tramite la linea già esistente Movicentro – Ospedale, con le altre strutture sanitarie cittadine, cioè Villa Igea e lo studio radiologico Newima, negli orari che permetteranno ai passeggeri di raggiungere le strutture in tempo utile per fare l’accettazione.

Il terzo potenziamento, in realtà una deviazione, consentirà di raggiungere, con 4 corse giornaliere, due di andata e due di ritorno, alcune zone di interesse e altre di periferia.

“Il progetto presentato da ARFEA corrisponde in pieno a quanto richiesto dall’Amministrazione Comunale, e sono convinto che sia utile sia dal punto di vista turistico, in quanto permetterà un miglioramento dei collegamenti tra il centro e la zona Bagni, sia commerciale, poiché amplierà il percorso di linee già esistenti sino ai grandi supermercati ubicati in periferia ed attualmente non raggiunti dal trasporto pubblico, sia dal punto di vista della protezione della salute, riuscendo a collegare con il centro strutture sanitarie convenzionate con il S.S.N.” ha detto il sindaco Enrico Bertero.

Nella prima parte della sperimentazione, durante i mesi di marzo e aprile, saranno potenziate 6 coppie di corse al giorno, con la prima corsa diretta a Villa Igea in partenza alle 6,30 e ultimo rientro alle 19,40. Le altre deviazioni prevedono invece un primo transito in Zona Bagni alle ore 9,50 e ultimo rientro alle 19,50 per un totale di 5 corse giornaliere , mentre il trasporto ai/dai supermercati la prima partenza è prevista per le 10 mentre l’ultimo rientro è fissato per le 17, con 4 ore giornaliere, due di andata e due di ritorno.

Nella seconda parte della sperimentazione, quando la stagione termale è nel vivo, il potenziamento del servizio aumenterà da 6 a 10 coppie di corse al giorno, con gli orari di inizio e fine servizio per Villa Igea comunque invariati, mantenimento delle modifiche previste nei mesi di marzo e aprile e aggiunta di nuovi passaggi.

Ritengo importantissimo, per lo sviluppo della città, migliorare la mobilità dei cittadini, privilegiando, ove possibile, sistemi e mezzi di trasporto collettivi e a basso impatto ambientale” ha concluso il sindaco Bertero “anche per questo motivo la Giunta Comunale ha approvato di recente l’adesione al protocollo d’intesa sulla mobilità sostenibile proposto dal Comitato dei pendolari Difesa Trasporti Valle Stura e Orba – che si occupa prioritariamente delle problematiche della linea ferroviaria Acqui Terme – Ovada – Genova.

Ringrazio Arfea per l’appoggio e l’impegno profuso in questo progetto che ha l’ambizione di diventare una risposta concreta ad un’esigenza manifestata da tanti: la possibilità di potersi muovere con mezzi pubblici, anche in una piccola Città come la nostra, riveste un’importanza fondamentale a livello sociale, turistico ed ecologico“.