Circola dalle prime ore del mattino (ora italiana) la notizia dell’improvvisa scomparsa di Chris Cornell, 52 anni, leader dei Soundgarden. Ancora sconosciute le cause della morte, avvenuta dopo un concerto a Detroit insieme al suo storico gruppo.

A confermare la notizia del tragico evento è stato il manager di Cornell, Brian Bumbery.

Chris Cornell, insieme ai Soundgarden, è stata una delle voci più conosciute e di successo della musica grunge, capace di rendere unico e riconoscibile in tutto il mondo il genere che ha caratterizzato gli anni ‘90. Dopo lo scioglimento della band e un periodo di pausa, Cornell aveva preso le redini del super gruppo degli Audioslave con tre  ex Rage Against The Machine per poi passare a una proficua carriera solista.
In passato aveva sofferto di problemi legati alla droga e all’alcol, ma era completamente sobrio e pulito dal 2003.

Il cantante lascia la moglie e tre figli, oltre a una schiera infinita di fan in profondo lutto.