CASTELLAZZO – SALUZZO 1-1

Marcatori: 30′ Pinelli, 8′ rig. Molina Continua dopo il banner

adv-901

FORMAZIONI:

CASTELLAZZO: Gaione, Cascio, Costa, Molina, Silvestri, Camussi, Cimino, Viscomi, Limone, Rosset, Piana.

CASTELLAZZO – Nel campionato di Eccellenza ha dell’incredibile il pareggio maturato dal Castellazzo per 1 a 1 contro la seconda forza del campionato, il Saluzzo. I biancoverdi, infatti, non riescono a portare a casa i tre punti nonostante una superiorità numerica schiacciante per gran parte del match.

Il Castellazzo parte bene: dopo una prima fase di studio ed una prima palla gol non sfruttata da Limone, al 21′ l’arbitro assegna un calcio da rigore per fallo di Carli su Rosset. Il difensore, già ammonito, lascia il Saluzzo in dieci uomini; Rosset si incarica della battuta dagli undici metri, ma Marcaccini neutralizza il penalty tuffandosi alla sinistra. Nonostante il rigore fallito, il reparto offensivo del Castellazzo continua il pressing sui portatori di palla avversari, sfiorando in due circostanze la rete con due occasioni non concretizzate da Rosset e Piana. Ma al 30′ è il Saluzzo a portarsi in vantaggio: capolavoro al volo di Pinelli, che dai trenta metri fredda Gaione con il pallone che si insacca sotto l’incrocio. Il primo tempo si chiude con gli ospiti avanti, grazie ad un meraviglioso eurogol di Pinelli abile a finalizzare l’unico tiro verso lo specchio della porta effettuato dai cuneesi.

Nella ripresa succede di tutto: il primo episodio chiave all’11’, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Gozzo colpisce con una manata Molina in area. Secondo calcio di rigore per il Castellazzo ed espulsione per il numero 4 del Saluzzo; stavolta Molina si assume la responsabilità del rigore, battendo Marcaccini con una conclusione precisa. Castellazzo che trova quindi il pareggio, con tutto il secondo tempo da giocare in undici contro nove. A questo punto, la partita si incattivisce per l’esasperato nervosismo degli ospiti. Al 15′ Cabella scatta sulla fascia, entrata killer di Caldarola su cui l’arbitro non ha dubbi: terzo cartellino rosso e Saluzzo in otto per la restante mezz’ora. Si aprono così praterie per il Castellazzo, affrontando però un avversario tutto riversato in difesa che pur non riuscendo a ripartire, chiude ogni spazio senza risparmiarsi. Al 26′ Cascio spedisce di poco al di sopra della traversa, e due minuti dopo lo stesso Cascio smarca Zunino solo davanti al portiere, il quale non centra di pochissimo lo specchio della porta. Le occasioni da gol si susseguono senza sosta; Zunino colpisce al 38′ un palo dopo un’azione perfetta in contropiede; solo un miracoloso Marcaccini salva gli ospiti, prima al 40′ sul colpo di tacco di Costa, e poi al 41′ sul tiro potente da fuori di Rosset.

Il Saluzzo resiste e la partita termina 1 ad 1, con il Castellazzo che non riesce a chiudere il match peccando forse della necessaria esperienza nel gestire partite del genere. Ciò non toglie la grande prova di carattere dei biancoverdi, che hanno dimostrato di saper lottare fino all’ultimo chiudendo per novanta minuti gli ospiti nella loro metacampo. Il pareggio è comunque un risultato positivo per la capolista: sommandolo al punto conquistato contro il Corneliano, il Castellazzo è uscito imbattuto dai due scontri diretti probabilmente più ostici di questo campionato.

Nel prossimo match i biancoverdi affronteranno il Colline Alfieri: per quanto dimostrato nel girone d’andata, la vittoria è un obiettivo accessibile per i ragazzi di mister Merlo.

Giacomo Pelizza