CASALE – Nuovo successo della Novipiù Junior Casale, vittoriosa 87-66 contro Eurobasket Roma nell’ultima giornata di serie A2. I rossoblu di coach Ramondino hanno sempre avuto in mano la partita. Alla fine sono cinque i giocatori di casa in doppia cifra: Tolbert (12), Tomassini (11), Blizzard (17), Martinoni (20), Severini (10). “E’ stata una partita che siamo stati bravi ad aggredire” ha detto coach Marco Ramondino a fine gara “Eurobasket è una squadra che non poteva essere lasciata entrare facilmente in partita e cercare i propri giocatori. E’ stata una partita difficile dal punto di vista mentale perchè tante volte non abbiamo avuto il cinismo di completare l’azione: potevamo sicuramente avere un vantaggio maggiore nei primi due quarti, ma queste sono le partite più logoranti da punto di vista mentale. Quando tutti i giocatori sono coinvolti come stasera, anche per la difesa è difficile trovare un punto di riferimento; in attacco possiamo mescolare meglio avvicinamento e il tiro da tre punti: abbiamo tirato quasi un terzo dei loro liberi e su questo dobbiamo migliorare. Da quando è arrivato Nikolic, abbiamo fatto un solo allenamento con la squadra al completo, e quindi dobbiamo ancora capire bene almeno sulla carta le cose più funzionali, provarle in allenamento e poi metterle in partita. Questo gruppo di giocatori ha dimostrato grande consistenza e stabilità, rispondendo sempre presente sia individualmente che come gruppo e di questo sono molto orgoglioso soprattutto dal lato umano.”

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior Continua dopo il banner

adv-442

Martinoni apre la partita, mentre dall’altro lato è Deloach ad inaugurare la retina romana: Tolbert non si fa intimorire e realizza dai 6.75 facendo volare i suoi sul 7-4. La Junior vuole alzare il ritmo della partita fin da subito e ci pensano Natali e ancora Tolbert a macinare punti per i rossoblu (12-4); Roma non riesce a superare la difesa casalese e obbliga coach Bonora al primo timeout della gara. Deloach riesce a realizzare dalla lunetta e il botta e risposta tra Tolbert e Easley riporta l’Eurobasket a -8 (18-10) a 3’ dal termine. La schiacciata di un ispirato Tolbert infiamma il PalaFerraris, ma è Deloach a rispondere dalla lunga distanza accorciando le distanze tra le due compagini: ancora Roma con Malaventura, ma Tolbert inchioda sul 25-19.

La tripla di Blizzard inaugura il secondo quarto, seguita dal canestro di Tomassini: Roma continua a faticare a la via del canestro e dopo 4’ il tabellone recita 33-22. Deloach prova a scuotere i suoi con due triple consecutive: Casale sembra aver perso la giusta lucidità e continua a litigare con il ferro. Tomassini realizza entrambi i tiri dalla lunetta (35-30), ma Righetti si fa trovare pronto dall’arco e tiene i suoi a due possessi di distacco, 39-34 al termine.

Il terzo quarto vede in avvio le triple di Blizzard e Tomassini, mentre Roma risponde con Easley: la difesa di Casale continua a fermare l’attacco laziale e il canestro in contropiede di Denegri obbliga coach Bonora al timeout (49-38). Al rientro è ancora Casale a realizzare con Blizzard, ma Deloach prova a tenere i suoi sempre a contatto; Martinoni continua a far muovere la retina casalese e la tripla di Nikolic firma il 59-43. La Novipiù lotta su ogni centimetro di parquet, ma adesso anche Roma si alza in difesa e adesso e adesso è coach Ramondino a chiamare timeout per riordinare le idee dei rossoblu. Ancora Deloach dalla lunetta (61-51), mentre i rossoblu vanno a segno con Di Bella: il parapiglia tra Tolbert e Iannilli costa l’espulsione a Tolbert e Iannilli chiude sul 63-53.

E’ Easley il primo ad andare a segno in questo ultimo periodo, ma è pronta la risposta di Tomassini: Roma vuole accelerare con Petrucci, ma è Denegri a siglare il 67-58. La Novipiù continua a crederci con Severini, ma Easley fa muovere ancora una volta la retina ospite seguito da Deloach (75-62); ci pensa Martinoni con una tripla a ristabilire il gap di distacco, mentre Micevic realizza solo uno dei tiri a disposizione. Severini è imponente sotto canestro e serve la palla per un’altra tripla di Martinoni: Roma è ancora imprecisa dalla lunetta e la difesa rossoblu è diventata un muro invalicabile. Severini chiude la gara, la Novipiù vince 87-66.