TREVIGLIO – Dopo una partita equilibrata, la Novipiù Junior Casale si è arresa alla Remer Treviglio proprio nei secondi finali. 83-81 il punteggio finale per i padroni di casa nell’ultima giornata del campionato di serie A2. Decisivo il canestro di Sollazzo, il miglior marcatore dei suoi con 17 punti. Inutile, nei secondi finali, il disperato tentativo di Di Bella. Per la Junior non sono bastati i 20 punti di Tomassini, in doppia cifra anche Di Bella (12), Blizzard (15) e Martinoni (16).

Peccato per il finale perché abbiamo giocato una partita buona per 40′” ha detto coach Marco Ramondino “ovviamente le capacità di Treviglio, a cui vanno i complimenti per la vittoria, ci hanno fatto avere degli alti e bassi. Tutto sommato, però, non abbiamo mai sbandato, siamo sempre stati in partita e sempre, in linea di massima, in controllo sul piano partita contro una squadra che anche oggi ha dimostrato di avere una capacità micidiale di giocare in velocità con il contropiede e di punire gli errori degli avversari. Noi dobbiamo fare sicuramente dei miglioramenti sulla capacità di prenderci dei tiri liberi. E’ andato meglio nel finale con tre piccoli perché la loro aggressività era molto marcata e avere un palleggiatore in più ci ha dato buoni frutti. Sono comunque contento che anche su questo campo, contro una squadra di altissima qualità, siamo stati estremamente competitivi e nella posizione di poter vincere la partita“. Continua dopo il banner

adv-527

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior

Sorokas spacca subito la partita, ma Tomassini e Natali iniziano a fare la voce grossa e portano Casale sul 4-7 dopo 3′. Le due compagini giocano fin da subito con un ritmo elevato e i canestri di Rossi e Sollazzo tengono Treviglio sul 12-11: Martinoni muove ancora la retina casalese, ma Marino, senza paura, infila la tripla del +5 (18-13) per i padroni di casa. Di Bella e Blizzard non ci stanno e realizzano 5 punti consecutivi, seguiti da un canestro di Tolbert; Casale prova ad alzare la difesa, ma Cesana e Nwohuocha vanno ancora a punto e il quarto finisce 26-20 per i padroni di casa.

I liberi realizzati da Marini aprono il secondo quarto che vede anche la Junior andare subito a segno con una tripla di Martinoni; i rossoblu sono aggressivi e vogliono concedere poco o nulla agli avversari e il canestro di Tomassini (28-25) ne è la dimostrazione. Treviglio inizia a litigare con il ferro e Severini ne approfitta per mantenere a contatto i casalesi, mentre Tomassini realizza la tripla del pareggio: 30-30 a metà quarto. Treviglio conquista altri due punti grazie ai liberi di Sollazzo, mentre adesso è la Novipiù ad aver difficoltà a trovare la strada del canestro con la difesa aggressiva dei lombardi. E’ Di Bella, dalla lunetta, a firmare il 34-34, mente dall’altre parte sono ancora Sollazzo e Cesana a muovere la retina della Remer; la Novipiù non ci sta e realizza ancora con Tomassini, mentre Tolbert chiude il quarto 41-39.

Il terzo quarto inizia con il canestro di Martinoni e con la Novipiù che alza fin da subito la difesa, mentre Rossi realizza solo uno dei liberi a disposizione; Tomassini e Martinoni riportano in vantaggio i rossoblu (42-46), ma è pronta la risposta di Marini dai 6.75. La Novipiù continua a crederci, ma Sorokas è chirurgico dalla lunetta e la Remer a metà quarto conduce per 47-46: la tripla di Sorokas obbliga dunque coach Ramondino a chiamare timeout. Blizzard prova a scuotere i suoi dalla media distanza e Tomassini lo segue alla lettera, ma Marino è ancora una volta letale dalla lunga distanza: solo il canestro di Martinoni permette ai rossoblu di mantenere la parità sul 54-54. Il gioco 3+1 di Blizzard carica i rossoblu, che non riescono però a fermare un Marino dalle mani roventi che con Sorokas chiude il quarto 61-57.

La schiacciata di Tolbert apre l’ultimo quarto, ma Treviglio risponde con 5 punti consecutivi di Sollazzo che fanno volare i padroni di casa sul 66-59. Di Bella cerca una reazione nei suoi segnando dall’arco e Severini lo segue, ma Cesana prima e Nwohuocha vanno a segno dalla lunetta mantenendo così il distacco: ci pensa Blizzard ad accorciare il gap (69-67) con una tripla siderale. Tolbert si fa valere sotto canestro e va ad impattare la partita: Marino infiamma ancora una volta la retina, ma la stoppata di Severini permette a Blizzard di rispondere prontamente. Treviglio non lascia libero un centimetro di parquet e con Sorokas realizza il 76-71: Severini realizza quattro tiri liberi consecutivi, la Novipiù c’è ancora. Anche Cesana va a segno dalla linea della carità, ma Di Bella impatta ancora (78-78); Rossi segna due punti fondamentali per Treviglio, ma la tripla di Tomassini firma l’80-81 rossoblu. Il ferro respinge il tiro di Marino, ma ci pensa Sollazzo a realizzare, mentre il tiro di Di Bella non arriva nemmeno al ferro grazie al muro difensivo dei lombardi. Treviglio ottiene così la vittoria 83-81.