ORSI DERTHONA-DINAMICA MANTOVA 73-71

Orsi Tortona: Cosey 26 , Greene 13, Garri 7, Cucci 9, Sanna 8, Ricci 6, Mascherpa 4, Taverna. All. Cavina Continua dopo il banner

adv-785

Dinamica Generale Mantova: Giachetti 19, Gergati 7, Corbett 4, Candussi 14, Casella 3, Timperi . All. Martellossi.

VOGHERA – Dopo due sconfitte consecutive in quel di Mantova, i leoni tortonesi tornano a ruggire e piazzano il punto decisivo, in gara 5, in un PalaOltrepo di Voghera tutto esaurito, caratterizzato già dall’inizio da un sottile velo di ansia, ambizione e voglia di vincere. O dentro o fuori.

Orsi Derthona arriva da una striscia di due sconfitte e deve fare a meno di Alviti, influenzato, una pedina importante per gli schemi di Cavina. Il PalaOltrepo, oltre ad essere gremito di tifosi bianconeri, ospita un buon numero di ultras mantovani, accorsi numerosi a sostenere la loro squadra.

Dopo la palla a due le squadre, quasi spaesate, non riescono a finalizzare i primi attacchi, sbagliando l’inverosimile. La responsabilità di aprire i giochi se la prende Sanna, ormai titolare da tempo, che segna 5 punti consecutivi. Seguono 2 punti del sempre impeccabile Giachetti. A questo punto le difese si chiudono e provocano da entrambi i lati parecchi errori: vista l’importanza della gara il match diventa molto fisico e sembra quasi impossibile muovere la retina. Giachetti trova un varco e riesce a segnare ma si dimentica di Greene che uscendo da blocchi spara una bomba incredibile che porta il punteggio sull’8 a 6 per i padroni di casa. Le due squadre si affrontano colpo su colpo, ma è Derthona che, grazie a un ottimo Greene riesce a portarsi avanti col punteggio. Il primo tempo si chiude con due tiri liberi per Cosey sul 19 a 11 per i bianconeri che, complici i raddoppi intelligenti di Mantova. ha fatto molta fatica a segnare.

Nel secondo quarto l’americano dei bianconeri regala altre emozioni: prima segna e poi inventa un assist incredibile a Cucci che, colpevolmente timido, non schiaccia a canestro. Mantova piazza una difesa molto chiusa, simile a una zona 3-2 governata da un faraonico Amici, sempre di più emblema degli Stings. Questa difesa molto stretta in area permette a Derthona di tentare più tiri da lontano. Infatti arriva una vera e propria pioggia di meteoriti nel ferro degli ospiti. Prima Mascherpa, poi Cosey e infine Greene sparano da 3 e portano il punteggio sul +14 per i padroni di casa. Amici però non si arrende e prende un’enormità di tiri, che vengono per lo più sbagliati, ed afferrati dai lunghi della Dinamica, implacabili sotto canestro. Finisce il secondo quarto 44 a 33 per i padroni di casa.

Il terzo quarto si apre prima con una pazzesca schiacciata di Greene, che fa impazzire il pubblico, e poi continua con una serie smisurata di falli sia in attacco che in difesa. La storia a rimbalzo, comunque, non cambia. Mantova continua a strappare continuamente palloni dalle mani dei lunghi tortonesi e si portano sul -4, con gli Stings caricati a molla dalla ramanzina del coach bianco rosso negli spogliatoi. Il Derthona è completamente bloccato dalla difesa delle vespe che intelligentemente chiudono Cucci fuori dall’area e impediscono il giro palla dei leoni rendendo obsoleti i loro schemi in attacco. Dopo un fallo tecnico alla panchina mantovana, una miriade di falli fischiati e una valanga di insulti sparati dalle gradinate, Daniels decide di posterizzare brutalmente Sanna, vincendo il premio dell’azione più spettacolare della partita. Cosey sfiora la rissa e poi carica il suo pubblico, impazzito per l’atmosfera tesa che si è creata in campo. Il terzo quarto si conclude 54 a 50 per i leoni.

Inizia l’ultimo quarto, segnato da ripetuti falli in attacco da ambedue le parti. Garri decide che è arrivato il suo momento e spara una tripla che permette ai ragazzi di Cavina di aumentare le distanze sul +7. Cosey decide di imitarlo e segna anche lui da tre per l’ennesima volta. Sul + 10 per Derthona Amici, stupidamente, prima esegue un “laccio californiano” su Cosey e dopo regala tre tiri liberi a Derthona che segna e ringrazia. Sul +13 per i leoni la partita sembra giunta alla fine, ma la Dinamica non molla ed eroicamente realizza un gioco da tre punti, grazie ad un ingenuo fallo di Sanna. Arriva un’altra tripla con Daniels, in serata di grazia. Nel penultimo possesso bianconero riesce anche fermare un fino a quel momento inarrestabile Cosey. Grazie a un monumentale Giachetti arriva un’altra tripla che vale il – 1 per gli ospiti. Indescrivibile l’atmosfera del PalaOltrepo nell’istante in cui Ricci, oggetto a un fallo tattico indotto dalla Dinamica, va in lunetta. Il primo tiro va fuori, il secondo invece muove la retina. A 10 secondi dalla fine il Derthona è a + 2. Amici decide che l’ultimo tiro deve essere il suo e, ignorando i suoi compagni, tira ma la palla non entra e Derthona vola ai quarti di finale, al termine di una serie incredibile.

Sarebbe sbagliato dilungarsi su discorsi tecnici e pronostici: cosa sarebbe successo se, quali errori sono stati commessi. In realtà c’è solo da ringraziare questi ragazzi che hanno raggiunto finalmente il loro scopo. Dopo ore di allenamenti faticosi, visite dal fisioterapista, sudore, lacrime, notti insonni ci sono riusciti. Hanno fatto innamorare di questo sport migliaia di persone. Non ci rimane che continuare a seguirli. Per innamorarci ogni volta sempre di più.