CASALE – Orsi Derthona non si ferma più. I bianconeri hanno battuto anche Trapani 79-76 al termine di una entusiasmante rimonta che li aveva visti soccombere sul -14. Nella seconda parte di gara, però, i ragazzi di coach Cavina mettono il turbo e Trapani è costretta a inseguire. Da quel momento in poi la gara diventa equilibrata e bellissima, con i siciliani ancora avanti alla fine del terzo quarto ma Derthona non molla. Alla fine si va punto a punto e a rompere definitivamente l’equilibrio del match è una tripla di Cosey all’ultimo minuto. Alla fine per l’americano saranno 22 i punti totali. Ottimo anche Garri, con 19, così come Reati e Ricci, anche loro in doppia cifra. 

“Siamo riusciti a ribaltare l’inerzia della partita grazie alla difesa del secondo tempo” ha detto a fine gara coach Cavina “con un differente approccio che ci ha permesso di recuperare palloni e giocare la nostra pallacanestro prediletta. Il cattivo primo tempo è nato proprio da un approccio difensivo sbagliato e ne ha risentito l’intera manovra, poiché ciò che facciamo in difesa è il volano del nostro attacco.  Continuerò a predicare umiltà ad una squadra che, nonostante i buoni risultati, ha ancora grandi margini di miglioramento e deve dimostrare la propria crescita di partita in partita.” Continua dopo il banner

adv-191

La cronaca della partita tratta dal sito di Orsi Derthona 

Tanta sofferenza in avvio per i bianconeri, travolti dal parziale Lighthouse in avvio di secondo quarto (da 21-23 al 10’ a 24-34 al 15’) costruito sui canestri di Tommasini (4) e Tavernelli (8, con due canestri da tre punti). Trapani tocca il massimo vantaggio al 19’, sul 30-44, prima che Cosey fissi il 32-44 del 20’.
L’intervallo restituisce un Derthona leonino, perfettamente a suo agio in una partita che si trasforma ben presto in una battaglia di nervi (un tecnico per ciascuna panchina, più uno a Cosey) ed infiamma il numeroso pubblico del PalaFerraris. Capitan Garri e Reati trascinano il Derthona, che rientra in partita con un importante 7/9 da tre punti, per il 61-64 Trapani della terza sirena.
E’ tutta un’altra partita, con il Derthona che sorpassa (71-67 al 35’) e prova ad allungare, ma viene puntualmente rintuzzata dai canestri di Scott (14 punti e 11 rimbalzi) e Mays (13). Si arriva così in parità al minuto finale, nel quale è una tripla di Glenn Cosey a garantire al Derthona l’inerzia decisiva con una tripla su Carleton Scott. Lo stesso Scott spedisce sul ferro il tiro del potenziale pareggio, poi Greene IV e Cosey sigillano ai liberi un altro grande risultato bianconero.