NOVI LIGURE – Non mancano i colpi di scena in casa Novese. Quando tutto sembrava pronto per l’inizio della preparazione, Daniele e Adriano Artioli hanno deciso di lasciare la Società per mancanza di garanzie economiche. L’ex mister Adriano Artioli ai microfoni di radio Gold ha dichiarato: “La squadra era pronta: avevamo acquistato giocatori del calibro di Vailatti, Ronaldo Vanin, Vegliato. Siamo stati a un passo da Francia, Canonico, Lisco e altri calciatori di esperienza per raggiungere la salvezza. Purtroppo gli accordi economici presi non sono stati rispettati e ognuno è andato per la propria strada. Siamo molto dispiaciuti. Io e mio fratello Daniele abbiamo cercato in tutti i modi di tenere in piedi la Società, sennò non ci saremmo presi un impegno così gravoso la primavera scorsa. Non avremmo neanche lavorato tanto quest’estate per convincere e portare a Novi giocatori di un certo calibro”. Avete parlato con il Comune? “L’ultima volta che mio fratello ha parlato con loro appena prima della finale del Torneo Pernigotti. Hanno detto: ‘ci dobbiamo sentire’. Oggi è il 12 agosto e non abbiamo ancora sentito nessuno. Probabilmente si sono preoccupati di ricostruire il Settore Giovanile fino agli Allievi. Nessuno è andato oltre. Ci sono tanti 97-98-99 sparsi in giro senza essere tutelati. Noi eravamo disposti a prenderli”. A poco più di venti giorni dall’inizio del campionato, i tifosi devono digerire questo ennesimo boccone amaro. La domanda è..che Novese sarà ai nastri di partenza?