CASALE FBC – VERBANIA 1-1

Reti: st: 35’ Adamo (V), 44’ Cardini (C) Continua dopo il banner

adv-292

Casale Fbc (4-2-3-1): Poggio (st 1’ Carlucci); Villanova, Priolo (st 1’ Parente), Marianini, Vanin; Mazzucco (st 26’ Birolo), Rebolini; Duguet, Cardini, Garavelli; Principe. A disp. Martinetti, Labano, Zaia, Pallavidino, Ibrahim, Kerroumi. All.: Ezio Rossi.

CASALE MONFERRATO – Un Casale FBC abulico e sottotono evita in zona Cesarini la prima sconfitta stagionale casalinga, acciuffando con il jolly Cardini all’89’ il pareggio contro un tonico e frizzante Verbania, portatosi in vantaggio all’80’ con Adamo. Per i nerostellati di mister Ezio Rossi si tratta del decimo pareggio (questa volta con reti e settimo tra le mura amiche del “Natal Palli”) dopo la terza giornata di ritorno del campionato di serie D. Oltre alla cronica “pareggite”, per i “Neri” si sono ripetuti i soliti e ben noti problemi offensivi, con l’unico terminale offensivo Principe (assente per squalifica Pavesi, così come in difesa Cintoi) mai in grado di creare pericoli alla porta avversaria per tutta la partita e la scarsa vena di giornata del centrocampo. Guardando il bicchiere mezzo pieno, mentre si stava profilando lo spettro della prima battuta d’arresto in casa, si tratta pur sempre di un punto guadagnato che, sommato a quello ottenuto nel recupero a reti bianche infrasettimanale contro il Legano, permette al Casale di occupare l’ottavo posto in classifica con 31 punti all’attivo. La cronaca. Come detto, privo degli squalificati Pavesi e Cintoi, mister Rossi schiera dal primo minuto Principe e Priolo con il consueto modulo 4-2-3-1. Risponde il Verbania (terzultimo in classifica e alla ricerca di punti salvezza) di mister Giampiero Erbetta con un ermetico 5-3-2. Presenti allo stadio circa trecento spettatori in un pomeriggio freddo (5 gradi centigradi) e soleggiato con terreno in brutte condizioni, penalizzato dalle diffuse gelate e reso fangoso nelle ore più calde del giorno soprattutto nella fascia sotto la tribuna centrale. I tifosi nerostellati in segno di vicinanza alle popolazioni terremotate dell’Italia Centrale, colpite inoltre dalle copiose nevicate e dalla slavina caduta sull’Hotel Rigopiano, hanno esposto lo striscione “Solidali con il Centro Italia”. Prima occasione all’8’ con il Verbania, protagonista ed intraprendente: Punizione centrale dalla lunga distanza di Giglio respinta da Poggio. Risponde il Casale (17’) con Rebolini con un tiro morbido centrale facile preda di Beltrami. Al 20’ doppio pasticcio dell’incerto Poggio, in giornata negativa. Dapprima un’uscita avventata in cui subisce fallo. Sulla conseguente punizione, tocco corto intercettato da Paris che ruba palla ed insacca a porta vuota. L’arbitro Scarpa di Collegno indica il cerchio di centrocampo convalidando ma, su segnalazione dell’assistente di linea operante sotto la tribuna centrale “Marco Giorcelli”, la rete viene annullata per una nuova carica sul portiere casalese. Dall’altra parte ancora Rebolini si mette in luce (25’) con una punizione dal limite di poco alta. Squadre al riposo dopo un minuto di recupero con un Verbania propositivo ed intraprendente ad un Casale incapace in fase di impostazione. Nella ripresa doppio cambio per il Casale. In campo dal 1’ il secondo portiere Carlucci (classe 1996) per Poggio (’97, problema muscolare ad una coscia) e in difesa il rientrante (dopo lunghissimo infortunio) Parente (’97, per Priolo), al fine di mantenere i quattro Under in campo come da regolamento. Parente si schiera da terzino sinistro, con Villanova centrale insieme a Marianini e Vanin terzino destro. L’esperto Rebolini (tra i migliori in campo con Cardini) è nuovamente protagonista al 9’ con una punizione tesa, battuta dal corridoio offensivo di sinistra, respinta di pugni con sicurezza da Beltrami. Dopo lunghi minuti senza emozioni di rilievo, al 35’ il Verbania sblocca il risultato. Calcio di punizione dalla sinistra di Giglio in area. Adamo di testa sfrutta un’indecisione difensiva dei Neri e segna: 0-1. Il Casale era apparso già in difficoltà da alcuni minuti. La situazione si era inoltre aggravata dall’infortunio di Parente che è costretto a rimanere in campo (esaurite le sostituzioni con Birolo al posto di Mazzucco), non riuscendo più ad aiutare al meglio i compagni. Garavelli era stato cosi costretto ad arretrare in difesa. Il Casale finalmente reagisce e sfiora il gol al 43’ con una potente conclusione di Garavelli messa in angolo dall’attento Beltrami. E’ il preludio al pareggio nerostellato. Corner calciato dallo specialista Rebolini (44’) e perentorio colpo di testa vincente di Cardini che salta più in alto di tutti mettendo in rete: 1-1. In pieno recupero (47’), Cardini, sulle ali dell’entusiasmo, salta quattro avversari e sfiora il gol della vittoria con una conclusione alta di un soffio. Finisce 1-1 con un giusto pareggio al termine di un match incolore, ravvivatosi negli ultimi dieci minuti (oltre ai quattro di recupero) con due reti entrambe segnate di testa. Domenica prossima il Casale è chiamato alla trasferta sul Lago d’Orta contro il Gozzano.

Carlo Biorci