FIRENZE – “In cederran mai, i lisandren in cederran”Parole che sanno quasi di beffa. Parole diventate simbolo di Alessandria ma anche dell’Alessandria che contro il Parma alza bandiera bianca troppo presto.

E pensare che l’avvio sembrava promettente. Al 9^ i grigi si buttano infatti in avanti con Gonzalez che ha gioco facile contro la difesa ducale. Palla in mezzo per Fischnaller, bravo e intelligente Lucarelli a leggere l’azione e liberare. Nonostante il caldo la partita vive di scatti improvvisi come al 10^ quando la difesa grigia si lascia sorprendere sulla destra. Calaiò si libera di Gozzi con un colpo di tacco e serve in mezzo Scavone che di testa mette dentro per l’1-0. La reazione dei grigi è molle, quasi assente. E Pillon ha il suo da fare per tenere alta la concentrazione positiva e non far sciogliere la squadra dopo soli 20^. Continua dopo il banner

adv-650

Ma negli spogliatoi succede qualcosa. Nel secondo tempo i grigi non sono più quelli della prima frazione. Non lo sono per manovra, intensità e precisione. Il Parma accusa il colpo a sorpresa e vacilla pericolosamente ma non molla. Anzi trova la forza per raddoppiare al 67′ con Nocciolini bravo a sfruttare l’ennesima dormita della difesa grigia. Ora Pillon sa di doversi giocare il tutto per tutto. Dentro allora Iocolano ed Evacuo, con l’inserimento di Piccolo – gli ultimi 10 minuti – in attacco per sfruttare la sua fisicità nel gioco di sponda. In pieno recupero arriva anche l’espulsione di Gozzi per un brutto fallo ai danni di Giorgino.

Lo scorrere dei minuti è inesorabile e i giocatori del Parma alzano le mani al cielo per una gara vinta meritatamente.

Fotografia di Ilaria Cutuli 

parma_alessandria_1
parma_alessandria_2
parma_alessandria_3
parma_alessandria_4
parma_alessandria_5
parma_alessandria_6
parma_alessandria_7
parma_alessandria_8
parma_alessandria_9
parma_alessandria_10
parma_alessandria_11
parma_alessandria_12
parma_alessandria_13
parma_alessandria_14
parma_alessandria_15
adv-422
Condividi:

adv-269
Commenti
Leggi Anche