BONBONASCA – CALCIO TORTONA 4-1

MARCATORI: pt 9′ Manzati, 41′ Massaro; st 11′ Lewandowski rig., 17′ Massaro, 25′ Bisio. Continua dopo il banner

adv-329

BONBONASCA (3-5-2): Ferraroni; Boyomo, La Caria, Pagano; Kutra, Mezzanotte (40′ st Ravera), Lewandowski, Echimov (19′ st Fava), Zamburlin; Chirico (13′ st Bisio), Massaro. A disp. De Rosa, Sola, Guagliardo, Mugnai. All. Balsamo

CALCIO TORTONA (4-3-3): Murriero; Mazzariol (20′ st Calogero), Magné, Bagnasco (20′ st Giordano), Comi; Manzati, Pavanello, Rolandone; Clementini, Farina, Mazzocca (6′ st Mandirola). A disp. Filograno, Merli, Colombini, Sacchetti. All. Visca

 

ALESSANDRIA – La BonBonAsca vince il derby, il primo della stagione e vola in classifica fino al secondo posto, mentre il Calcio Tortona si lecca le ferite e si interroga sulle cause del disastro. La prima occasione vera è però degli ospiti quando all’8′ Clementini dal limite dell’area gira al volo di sinistro e chiama Ferraroni alla parata spettacolare in angolo. Proprio di quel corner si incarica della battuta il fantasista tortonese e la palla dopo un liscio della difesa sul primo palo arriva sul secondo a Manzati liberissimo che appoggia in rete il vantaggio. La BonBonAsca non riesce a reagire subito e l’impressione è che da un momento all’altro possa arrivare il colpo del k.o.; i primi segnali di risveglio arrivano da un tiro di Lewandowski al 35′ che sorvola di poco la traversa di Murriero. Il pareggio è quasi imprevisto al 41′: angolo del solito Lewandowski, respinta corta della difesa tortonese e Massaro controlla infilando con un colpo da biliardo l’angolo basso alla destra di Murriero. Dopo l’intervallo l’impressione per i primi dieci minuti è che le due squadre possano giocarsela perché c’è grande equilibrio in campo ed anche l’ingresso di Mandirola per uno spento Mazzocca non vivacizza più di tanto la gara. Ci pensa allora l’arbitro Oraldo con un rigore che farà discutere per tutta la settimana dopo un fallo su Kutra forse addirittura fuori area: lo specialista Lewandowski non si fa scrupoli ed infila Murriero spiazzandolo. Balsamo vede Chirico stanco e dolorante ad un polpaccio e lo sostituisce con Bisio: il cambio si rivela determinante nell’economia della gara perché il baby ex-Novese prima chiude un triangolo in velocità con Massaro servendogli una palla che vale la doppietta ed il 3-1, poi mette direttamente la sua firma sul poker correggendo in rete di testa un cross di Zamburlin dalla sinistra. Le speranze del Calcio Tortona, che pure aveva appena messo in campo Calogero e Giordano per Mazzariol e Bagnasco, si spezzano definitivamente e quando anche Farina viene espulso per una parola di troppo in campo la partita perde significato: Rolandone e Clementini sono gli ultimi ad arrendersi ma da soli possono ben poco. “Ho visto i miei ragazzi giocare anche bene per un’oretta – commenterà Visca a fine gara – poi è vero che l’arbitro ci ha messo molto del suo con decisioni che ci hanno penalizzato, ma non abbiamo saputo mostrare nemmeno un briciolo di carattere per reagire.” I festeggiamenti della gradinata accolgono i ragazzi di Balsamo, che hanno compiuto una vera e propria impresa come sottolinea il loro mister: “Siamo una squadra che in questa partita ha mostrato tutti i suoi pregi ed i suoi difetti; mi aveva lasciato un po’ sconcertato l’atteggiamento passivo della prima metà di partita che peraltro ci è costato anche il gol. Dedico questa vittoria al Derthona FBC 1908 dove ho trascorso gli ultimi sei anni della mia carriera calcistica.”

In collaborazione con Il Corriere delle Province – Alessandria Sport: Marco Gotta