PROVINCIA – Radio Gold e il bisettimanale Il Piccolo fanno sempre più squadra. Per far trionfare lo sport giovanile in provincia, un movimento vivace e vincente, che merita di essere conosciuto, raccontato e sostenuto. Dopo il successo della prima edizione, con numeri straordinari di schede e preferenze on line, torna “Piccolo sportivo da oscar”, che sarà anche una importante vetrina, sul giornale, alla radio, online e sulla webtv – e questa è una delle innovazioni – per le società dove i talenti nascono e per tecnici e dirigenti che contribuiscono a farli crescere, come atleti e come persone.
Molte le novità. Anzitutto, le classifiche si sdoppiano e raddoppiano: una riservata ad atlete e atleti dai 6 agli 11 anni, l’altra per chi ha una età dai 12 ai 16. Ogni settimana sul nostro sito e nell’edizione de Il Piccolo del martedì saranno presentati 8 concorrenti, quattro per ogni categoria, attraverso una breve scheda personale e una foto. I tagliandi avranno tutti i nominativi di ogni tappa e ci sarà tempo per votare dal martedì fino alle 24 del lunedì successivo, sia imbucando i coupon nelle urne collocate nelle redazioni, sia sul sito della radio. Ogni voto espresso su tagliando vale 3, sul sito vale 1.

Ogni mese saranno due i campioni, in base alle preferenze ricevute, uno fino a 11 anni e l’altro da 12 a 16: riceveranno la maglia riservata solo ai vincitori e saranno ammessi alla finale, nel mese di maggio, a cui accederanno i primi classificati da novembre ad aprile e, anche, i due migliori secondi, sempre per ogni categoria. Fondamentale, quindi, raccogliere più voti possibili per avere comunque una chance per concorrere per l’oscar, proprio grazie al ‘ripescaggio’ dei secondi. I primi di ogni mese saranno intervistati sui campi da gara o da allenamento, insieme agli allenatori, per far conoscere meglio anche le molte realtà sportive di qualità in provincia. Continua dopo il banner

adv-943

L’altra novità riguarda le società: in ogni tagliando per votare gli atleti ci sarà uno spazio anche per votare i sodalizi. Tutti, anche quelli che, magari, in quella tappa del concorso, non hanno atleti in gara. Non ci sarà una classifica mensile, ma solo quella finale e le prime cinque società riceveranno premi speciali.

Al “master” finale del prossimo maggio parteciperanno i sei vincitori e i due migliori secondi per ogni categoria di età, in tutto 16, e sarà un confronto nuovo, tutti ai nastri di partenza, a caccia di preferenze, insieme alle società.