PROVINCIA – In attesa della 20^ edizione anche la numero 19 di Echos si prospetta come sempre di grande qualità e prestigio. Saranno quindici, due in più dello scorso anno, i concerti di musica in programma in altrettanti luoghi sacri del nostro territorio, tutti da scoprire. Un ricco itinerario che tocca i paesi e le città di Casale, Cassano Spinola, Cremolino, Fubine, Grondona, Lu, Masio, Novi Ligure, Piovera, Rivalta Scrivia, Sale, Valenza, Volpedo e Voltaggio. I concerti partiranno il 29 aprile e termineranno il 4 giugno.

In tutto saranno otto i solisti che si esibiranno, oltre a sette gruppi cameristi e due orchestre. Tredici le nazioni del mondo rappresentate. Continua dopo il banner

adv-107

In 19 anni abbiamo toccato 67 luoghi d’arte, in 32 luoghi della provincia, in tutto 250 concerti” ha sottolineato il direttore artistico di Echos Sergio Marchegiani “siamo orgogliosi di questo risultato.”

In parallelo alle esibizioni musicali saranno organizzate delle visite guidate degli spazi.

Il programma completo di Echos 2017. 

Si comincia, come detto, il 29 aprile dal teatro Sociale di Valenza: sul palco la Filarmonica del Teatro Regio di Torino e il violinista Sergey Galaktionov, per un repertorio che spazierà da Vivaldi a Piazzolla. Si tratta dell’unico concerto a pagamento di tutta la rassegna: il biglietto di ingresso costa 10 euro e l’intero incasso sarà devoluto all’Uspidalì.

Il giorno dopo, a Masio, la chiesa di San Dalmazzo ospiterà l’esibizione del duo violino-pianoforte formato dalla talentuosa musicista kazaka Aiman Mussakhayaieva e il decano dei pianisti italiani, l’82enne Bruno Canino.

Come è sua abitudine Echos ospiterà anche giovani talenti della musica: quest’anno è il turno del quartetto Despax e dal pianista Nicolas Bourdoncle.

A chiudere il programma, il prossimo 4 giugno, sarà il violinista Francesco Manara a Volpedo, con un programma ambizioso: in un solo giorno sarà suonato l’integrale delle Sonate e Partite per violino solo di Bach. Due i concerti, in altrettanti luoghi del paese: alle 16 alla Pieve Romanica e due ore dopo a Palazzo Malaspina Penati. Nell’intervallo, intorno alle 17.15 l’associazione Pellizza da Volpedo organizzerà una visita guidata gratuita allo studio del pittore dove sarà esposto in anteprima “Il Ponte” uno dei quadri capolavoro dell’artista, recentemente acquisito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona.

Il nome di Echos ha riecheggiato anche a New York: lo scorso 20 gennaio, infatti, Daniela Giordano e il duo Charoensook-Pongpairoj si sono esibiti alla Carnegie Hall della Grande Mela.

“In tanti cercano di abbinare la musica classica al territorio ma quello che riesce a fare Echos è un programma ammirato e invidiato da tanti” ha detto il segretario generale della Camera di Commercio Roberto Livraghi “la provincia di Alessandria regala una offerta musicale straordinaria, un elemento di attrazione in più per i turisti.”