NIZZA MONFERRATO – La Fiera del Santo Cristo trae il nome da una statua del Cristo risorto che fu scolpita da un prigioniero tedesco durante la prima guerra mondiale. Conservata dapprima nella chiesa della Santa Trinità, passò poi nella chiesa di S. Giovanni. A Nizza Monferrato si celebra la Fiera del Santo Cristo da venerdì 21 aprile a domenica 23 aprile. Piazza Garibaldi ospita, per tre giorni l’esposizione agricola di primavera delle macchine e delle attrezzature per l’agricoltura e per l’enologia.

Il taglio del nastro è fissato per le 9,30. La mostra mercato di piazza Garibaldi sarà la costante di una tre giorni capace di coniugare cultura, promozione del territorio e sport. Sabato le auto del Rally del Tartufo faranno tappa a Nizza. Per le vie del centro, domenica da mattino sino a sera, andrà in scena il Mercatone del Santo Cristo. Banchetti con ogni merce per tutta la città, mentre davanti al Foro Boario sarà allestita un aia dove si potranno conoscere da vicino gli animali da cortile allevati nelle cascine piemontesi.
Spazio anche all’enogastronomia. Domenica si potrà assaggiare un piatto che affonda le sue radici nella cultura contadina: la torta verde.  Sempre in piazza del municipio, all’ombra della torre campanaria, i più piccoli troveranno una spazio con i giochi di una volta. In programma anche un tour guidato dei punti d’interesse di Nizza.
Quest’anno si potranno abbinare due appuntamenti: la fiera del Santo Cristo ed il Giro del Nizza. La formula del “Giro” è semplice. Si verrà accolti all’enoteca di Nizza (aperitivo di benvenuto, ritiro Pass, indicazioni e bicchieri per i partecipanti e ultime iscrizioni per eventuali posti disponibili per chi non si fosse iscritto on line) gli eno-appassionati sceglieranno in totale libertà l’itinerario tra le 27 cantine del Sud Astigiano aderenti tra i 18 comuni limitrofi a Nizza Monferrato che compongono il territorio del Nizza.