AGGIORNAMENTO SABATO – Si chiamava Amos Izeubinwa e aveva 27 anni il ragazzo nigeriano annegato venerdì pomeriggio nelle acque dello Scrivia. Il giovane da circa un mese viveva a Serravalle, ospite di alcuni connazionali. Con un gruppo di amici venerdì pomeriggio era andato a cercare un po’ di refrigerio al fiume. Forse convinto di riuscire a toccare, il ragazzo si è immerso in acqua anche se non sapeva nuotare. Raggiunto un punto più profondo ha però iniziato ad annaspare ed è poi finito sott’acqua. Purtroppo vani i tentativi degli amici di raggiungerlo. Nella speranza di salvare Amos uno dei ragazzi ha chiesto aiuto anche ad alcuni passanti e un altro amico è corso fino in centro a Serravalle. All’arrivo dei medici del 118 e dei Carabinieri, però, il giovane era già deceduto. Grazie alle prime informazioni fornite dai ragazzi che erano al fiume e ai successivi accertamenti, i Carabinieri di Serravalle e della Compagnia di Novi Ligure sono riusciti a rintracciare la sorella del ragazzo. Informata della tragedia, la donna, che vive con il marito in provincia di Forlì, ha poi riconosciuto il fratello.

  Continua dopo il banner

adv-566

SERRAVALLE SCRIVIA –  Tragedia questo pomeriggio a Serravalle. Un ragazzo nigeriano di circa 28 anni è annegato nello Scrivia. In base alle prime informazioni raccolte il giovane, intorno alle 16.30, era con alcuni amici e si sarebbe gettato in acqua pur non sapendo nuotare.

Gli amici, in quel momento distanti dal ragazzo, sono subito accorsi quando l’hanno visto annaspare nelle acque del fiume, all’incirca sotto il ponte dell’autostrada. Uno degli amici è corso fino al centro di Serravalle e un altro ha chiesto aiuto anche ad alcuni passanti. Purtroppo ogni tentativo di salvare il ragazzo si è rivelato vano. All’arrivo dei medici del 118 e dei Carabinieri di Serravalle il giovane era già deceduto. Secondo i primi accertamenti il ragazzo da circa un mese abitava a Serravalle, ospite di alcuni connazionali.