PIEMONTE – L’influenza in Piemonte sembra aver cominciato a perdere forza anche se rimane sempre alta l’intensità registrata nella seconda settimana dell’anno, dall’8 al 15 gennaio. L’incidenza settimanale in Piemonte è di 15,8 casi su 1.000 assistiti, con una stima di circa 70.000 persone colpite, in totale 370.000 dall’inizio della stagione. Il numero di casi di influenza è in diminuzione nella fascia pediatrica da 0 a 14 anni, con un’incidenza settimanale di 19 casi per 1.000 assistiti, stabile nelle persone fra i 15 e i 64 anni con 18 casi per 1.000 assistiti, e in diminuzione negli ultrasessantacinquenni (9 casi per 1.000 assistiti).

Si stima che si siano verificati, nella seconda settimana del 2018, 10.000 sindromi influenzali nell’età pediatrica, 50.000 tra i 15 e i 64 anni, 10.000 tra le persone con più di 65 anni di età. Sebbene dall’8 al 15 i casi di influenza siano scesi è prematuro fare previsioni sull’evoluzione dell’epidemia in atto. Infine, per quanto riguarda i dati delle vaccinazioni al 16 gennaio nella Asl alessandrina il numero complessivo ammonta a 52.541, dietro solo alle aziende sanitarie Torino città, Torino 3, Torino 4 e Cuneo 1.