CASALE MONFERRATO – Le Associazioni Combattentistiche e D’Arma daranno una mano all’amministrazione comunale di Casale durante le manifestazioni in città. In base all’accordo siglato a Palazzo San Giorgio, le associazioni Unuci, Anmi, Aaa, Anc, Anb, Anpdi, Anget per due anni forniranno un supporto volontario e non retribuito alle attività di vigilanza svolte dal personale del Comune di Casale, che si è comunque riservato la facoltà di valutare il riconoscimento di un contributo economico straordinario in favore del Comitato.

Il Coordinamento delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma del casalese si è inoltre reso disponibile ad aprire le proprie sedi durante gli appuntamenti di “Casale Città Aperta” per mostrare ai cittadini le raccolte fotografiche, documenti, modellini e divise custoditi in via Martiri di Nassirya 8.

La sede sarà aperta al pubblico gratuitamente la seconda domenica del mese e il sabato che la precede nei seguenti orari: invernale (novembre-marzo) sabato 15-17,30 -domenica 10-12,30 e 15-17,30; estivo (aprile-ottobre) sabato 15,30-18,30 – domenica 10-12,30 e 15,30-18,30.

“Si tratta di due iniziative da appoggiare, da una parte un aiuto al Comune sempre più necessario con le odierne normative per le manifestazioni che permette ai membri delle associazioni di continuare il loro ruolo di difesa della nostra identità e di tutela della sicurezza, dall’altra invece un aiuto alla città che in questo modo può implementare la sua offerta turistica” ha commentato il sindaco Titti Palazzetti durante la presentazione dei due distinti accordi illustrati dal coordinatore cittadino delle Associazioni Combattentistiche e D’Arma Flavio D’Andria, alla presenza anche del Segretario Generale del Comune di Casale Sante Palmieri.