ALESSANDRIA – È arrivata anche ad Alessandria “YouPol”, la app della Polizia di Stato contro bullismo e droga. Dall’avvio del progetto l’applicazione è stata scaricata più di 118.000 volte e ha permesso di raccogliere 3283 segnalazioni, 2131 legate agli stupefacenti e 1152 relative a casi di bullismo.

Ora anche ad Alessandria giovani, e meno giovani, possono scaricare gratuitamente l’applicazione da Apple Store e Play Store e comunicare direttamente con la sala operativa della Questura, anche in forma anonima. Gli utenti, infatti, non devono necessariamente registrarsi per segnalare episodi di bullismo o spaccio. Tramite un breve messaggio di testo, e anche con una fotografia o un video, potranno comunque aiutare la Polizia a contrastare la diffusione di droga ed episodi di violenza, che spesso rimangono sommersi.

Non a caso la app è stata presentata ad Alessandria dal Capo di Gabinetto della Questura e Dirigente della Digos Marco Ferraro a due classi prime dell’Istituto “Vinci”, nelle passate settimane finito nel ciclone mediatico per il caso dell’insegnante presa di mira da un gruppo di studenti. Spiegate tutte le funzione di “YouPol”, che consente anche di effettuare chiamate di emergenza semplicemente schiacciando un pulsante rosso ben visibile sulla schermata dell’applicazione, le due classi del “Vinci” hanno poi seguito la lezione incentrata sul cyberbullismo tenuta dal Sovrintendente Capo della Questura Enrico Pallavicino.