ALESSANDRIA – Bisognerà attendere almeno fino alla prima metà del 2021 prima di poter vedere sorgere ad Alessandria il Palazzo dell’Edilizia. I vertici di Ance Alessandria hanno tracciato il cronoprogramma del progetto ideato dall’architetto Daniel Libeskind: l’opera, di circa 3500 metri quadrati, sarà costruita all’ingresso di Alessandria, vicino al platano di Napoleone e sarà la sede del Sistema Edile e della Cassa Edile. Il presidente Ance Alessandria Paolo Valvassore ha sottolineato che la progettazione è ormai in fase avanzata e col sì del business plan, previsto a breve dopo il placet dei sindacati, scatterà l’iter di assegnazione dei lavori. Entro fine anno tutto sarà più chiaro: i tempi di costruzione si aggirano intorno ai due anni e mezzo, ha poi precisato Valvassore.

Resta però l’incertezza legata al Bando Periferie: i 18 milioni previsti per la riqualificazione del Marengo Hub, al momento congelati, servirebbero in parte anche per gli interventi di natura viabilistica di collegamento del Palazzo dell’Edilizia con la città, attraverso un sottopasso e una pista ciclabile, oltre a un parco pubblico

“Serve un parcheggio privato a uso pubblico” hanno sottolineato da Ance “col Comune di Alessandria c’è massima collaborazione. Il Palazzo dell’Edilizia si farà comunque, anche senza l’intervento del Bando Periferie. Il committente, infatti, è il Sistema Edile” ha rassicurato il direttore Ance Luigi Tosi Certo, ci sarebbero più difficoltà. Palazzo Rosso ci comunichi cosa intende fare, così da poter calibrare il nostro intervento”.