ALESSANDRIA – Il progetto “Depurare” di Amag Reti Idriche è stato inserito nella rosa dei sei finalisti del Sodalitas Social Award nella categoria “Clima, energia e acqua”. La giuria del premio organizzato da Fondazione Sodalitas, con il patrocinio di Assolombarda, Commissione Europea e Unioncamere, ha riconosciuto il progetto di Amag Reti Idriche per la disinfezione finale nel processo di trattamento delle acque reflue come “esempio di valore nel contribuire a ridurre l’impatto sul clima e nel salvaguardare risorse non rinnovabili, come energia o acqua”.

“Depurare” è frutto di un lavoro di ricerca e collaborazione tra il personale dell’azienda e un team di chimici, fisici, biologi e ingegneri energetici del Disit dell’Università del Piemonte Orientale, delle Università di Torino e Padova, di “Tea Sistemi srl” di Vinovo e di 3i Efficientamento Energetico di Alessandria e coniuga metodologie diverse, innovative ed eco-compatibili per eliminare l’utilizzo del cloro, altamente disinfettante ma nocivo per l’ambiente.

Il progetto di Amag Reti Idriche, già vincitore nell’ambito del Forum Pa 2018, è stato ora inserito nel Libro d’oro della Responsabilità Sociale d’Impresa, distribuito durante il Sodalitas Social Award.

Il progetto Depurare – ha sottolineato il Presidente del Gruppo Amag Paolo Arobbio – è un buon esempio di efficienza e sostenibilità, valori in cui il Gruppo crede e investe, per dare risposte sempre più soddisfacenti al territorio che serve. Intendiamo proseguire su questa strada, per affrontare al meglio le sfide che derivano dalla gestione di risorse preziose quali l’energia e l’acqua, in modo da coniugare l’efficienza dei servizi con la salvaguardia dell’ambiente”.

Questo ulteriore riconoscimento – ha aggiunto l’Amministratore Unico di Amag Reti Idriche, Mauro Bressanè la conferma di come un approccio attento e responsabile, unito alla capacità di sviluppare sinergie, favorisca la nascita di progetti significativi, in grado di migliorare la qualità della vita e dell’ambiente.  Siamo orgogliosi che i nostri sforzi siano apprezzati da una realtà accredita quale la Fondazione Sodalitas, punto di riferimento italiano per la responsabilità sociale d’impresa”.  

“Le competenze del Gruppo AMAG e l’agire sempre più sostenibile delle sue società – ha concluso il vicesindaco e assessore alle aziende partecipate del Comune di Alessandria Davide Buzzi Langhi – costituiscono un patrimonio da difendere e valorizzare, perché generano valore industriale, sociale e ambientale per l’intera comunità. Ringrazio tutti i soggetti che hanno contribuito al successo del progetto Depurare perché oggi, ancora una volta, il nome di Alessandria è associato a buone prassi e idee innovative, capaci di fare la differenza nella complessa filiera dei servizi pubblici essenziali”.