adv-761

NOVI LIGURE – L’incontro tra i sindacati e la proprietà di Iperdì, Generalmarket, al Ministero per lo Sviluppo Economico a Roma, ha portato allo sblocco della cassa integrazione anche se sarà necessario attendere i tempi tecnici per i pagamenti. Lo annuncia la Uil in un comunicato al termine del confronto che tocca da vicino anche la provincia. Sono infatti 21 i lavoratori impiegati a Novi Ligure, in attesa dello stipendio da ben 5 mesi, situazione che coinvolge complessivamente oltre 600 lavoratori prima impiegati in una quarantina di punti vendita Iperdì e Superdì in Piemonte e Lombardia.

“Le voci di una possibile acquisizione da parte di altri gruppi del settore sono invece al vaglio del Tribunale di Monza, che si esprimerà il prossimo 16 gennaio. Fino a quella data non ci saranno ulteriori sviluppi. Il prossimo venerdì mattina alle 11 è indetta l’assemblea con i lavoratori presso la UIL di Novi per maggiori dettagli e per un confronto con i dipendenti”. Intanto a Novi non si esaurisce la solidarietà nei confronti dei lavoratori Pernigotti. Tutti i lavoratori Iperdì di Novi e la Uiltucs  parteciperanno alla Gara podistica di domenica prossima proprio a sostegno dei dipendenti della fabbrica di cioccolato.