Bomba fiume Po a Valenza

VALENZA – L’ordigno bellico ritrovato nell’alveo del Po a Valenza, nei pressi del ponte di ferro, dovrebbe essere spostato in luogo sicuro e fatto brillare il 20 gennaio. Questa, almeno, la proposta del sindaco di Valenza, Gianluca Barbero, che verrà discussa mercoledì prossimo in Prefettura.

Erano stati alcuni operai impegnati a pulire il letto del fiume a trovare l’ordigno di fabbricazione americana della Seconda Guerra Mondiale. L’ordigno di 1000 libbre, (474 kg di cui 240 di tritolo), era stato subito messo in sicurezza ed è guardato a vista in attesa della prossima riunione del 16 gennaio che permetterà di delineare le modalità di azione della squadra degli artificieri della Taurinense.  “Ho proposto la giornata di domenica 20 gennaio – ha spiegato il sindaco di Valenza Gianluca Barbero – per permettere una migliore organizzazione e ridurre al minimo i disagi per i cittadini. Con tutta probabilità verranno prese decisioni che coinvolgeranno la frazione di Monte, la più vicina all’area dove è presente l’ordigno. La giornata di domenica è la meno problematica anche per gli effetti relativi la chiusura del ponte al traffico su gomma e su rotaia. Ne sapremo sicuramente di più mercoledì. Raccomando fin da ora ai cittadini di attenersi alle indicazioni che verranno impartite nell’ordinanza che predisporrò in seguito e di osservare le norme di divieto nell’area dove è attualmente presente il manufatto bellico”.