PIEMONTE – Sono oltre 95.000 i piemontesi che, secondo l’analisi fatta da Facile.it, dopo aver denunciato alle assicurazioni di aver fatto un incidente per propria colpa, vedranno aumentare la propria classe di merito e il costo dell’Rc auto nel 2019. Rispetto alla media nazionale del 3.83% il dato regionale risulta superiore, intorno al 4.01%, anche se il valore regionale risulta in calo rispetto all’anno precedente, quando la percentuale di automobilisti piemontesi che erano ricorsi all’assicurazione per un sinistro con colpa era pari al 4,57%.

Tra le province quella di Torino ha la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa, 4.25%. Al sesto posto c’è Alessandria, col 3.24%. Il nostro territorio è invece il secondo in regione per variazione del premio dell’Rc Auto rispetto al 2017: +4.89%, preceduto solo dal +10.18% del Verbano Cusio Ossola.

Guardando alle caratteristiche socio-demografiche del campione regionale, emerge che fra gli uomini hanno denunciato sinistri con colpa il 3,75% del campione, mentre tra le donne la percentuale è più alta, pari al 4,45%.

Dati interessanti arrivano anche esaminando le professioni dichiarate in fase di preventivo di rinnovo; gli insegnanti sono la categoria professionale che in percentuale maggiore ha denunciato sinistri con colpa e, tra loro, il 5,68% vedrà un peggioramento della classe di merito. Seguono nella classifica i liberi professionisti (5,64%) e gli imprenditori (5,27%). Guardando la graduatoria regionale nel senso opposto, invece, sono le forze armate e gli agenti di commercio ad aver denunciato, in percentuale, meno sinistri con colpa, rispettivamente il 2,02% e il 2,67%.