ALESSANDRIA – Grazie alla generosità di una benefattrice, la città di Alessandria avrà una nuova residenza universitaria. Il lascito della professoressa Franca Ricci, docente di lingua e letteratura francese del Volta, mancata a febbraio 2018, ha permesso di ristrutturare un appartamento in uno stabile d’epoca in Via Aspromonte.

L’alloggio, trasformato in residenza dalla sezione provinciale dell’UICI, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, potrà ospitare fino a cinque studenti universitari, con priorità per le persone affette da disabilità visiva (La gestione dello stabile è stata affidata all’agenzia Nuova Marengo Immobiliare, via Gramsci 47/49, tel. 0131/44.20.95).

La generosità della professoressa Ricci verrà ricordata anche con la targa commemorativa sistemata all’interno dell’appartamento, scoperta durante la cerimonia cui hanno preso parte il professor Santo Bello, marito della professoressa Ricci, il commissario straordinario dell’UICI di Alessandria Luciano Paschetta, il vicecommissario Ada Boido, gli assessori comunali Piervittorio Ciccaglioni e Mattia Roggero e don Gian Paolo Orsini, parroco della Madonna del Suffragio.