Caserma Mazza Casale Monferrato

CASALE MONFERRATO – Casale Monferrato potrebbe ospitare un nuova struttura per detenuti. Lo ha spiegato Francesco Basentini, capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, in audizione alla Camera martedì per parlare di diverse tematiche legate al carcere. Al centro dell’incontro il tema del sovraffollamento con la conseguente individuazione di tre siti in cui creare strutture per detenuti. Per questo, tra i beni disponibili, sono state selezionate alcune ex caserme già valutate come idonee dopo una prima ricognizione. La scelta è ricaduta su tre strutture: Bari, Napoli e Casale appunto.

Per Casale la struttura individuata come idonea è la Mazza, poco fuori città, ha spiegato il sindaco, Titti Palazzetti, che ha confermato il contatto, definito però ancora a livello “embrionale“. Il primo cittadino ha spiegato che l’ipotesi è di “collocare una struttura per il recupero dei detenuti, per il percorso riabilitativo delle persone”. La richiesta “non è stata ancora formulata ufficialmente, ho solo ricevuto una telefonata.” Il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria intanto, come potete ascoltare nel video di seguito, ha parlato della “probabile conclusione del protocollo con il demanio militare per prenderci in carico la struttura“.