matteo_gatto
adv-240

ALESSANDRIA – Un alessandrino giramondo che, tra pochi giorni, completerà il suo ideale viaggio della solidarietà tra i continenti. Dopo l’America del Sud, l’Asia, l’Europa e l’Oceania a Matteo Gatteo mancava l’Africa e il 3 marzo partirà, insieme alla compagna Emanuela, alla volta della Tanzania. Dal 5 marzo scatterà l’ascesa al Kilimanjaro che, con i suoi 5890 metri, rappresenta la vetta più alta.

Affronterò più di 4 mila metri di dislivello ha raccontato Matteo Gatto a Radio Gold “questa volta, però, non in mountain bike, sul Kilimanjaro è vietato. Per questo andremo a piedi, saranno sette intensi giorni di cammino”.

Il viaggio in Tanzania sarà una sorta di prologo per Gatto, in vista di un’altra avventura, questa volta su due ruote, in programma nei prossimi mesi.

adv-665

L’obiettivo è, come sempre, solidale: “Raccoglieremo fotografie e video per poi organizzare diverse serate con ingresso a offerta, organizzate dall’associazione Raid4Aid” ha aggiunto Matteo Gatto “il ricavato sarà devoluto all’associazione YouAid per l’ospedale di Mahuninga, in Tanzania, e all’associazione Fulvio Minetti che gestisce l’hospice di Alessandria”.

Per Gatto l’ascesa al Kilimanjaro sarà anche l’occasione per ricordare quattro amici che non ci sono più: “Il mio pensiero andrà a Dario Dolcino, Danilo Rivera, Furio Mantelli e Tony Spiri: idealmente saranno con me”.

Il progetto è stato promosso dal museo Alessandria Città delle Bicicletta, dal Circolo Velocipedisti Alessandrini, dal Panathlon, dalle Frecce Bianche, dall’Alessandria Rugby, dall’Alessandria Sailing Team e dall’associazione Alessandria Film Festival.

adv-950