Trinità de Lungi Castellazzo Bormida
adv-385

CASTELLAZZO BORMIDA – È un edificio privato ma un gioiello dell’arte, orgoglio di una intera comunità. La chiesetta Trinità de Lungi a Castellazzo è un simbolo del romanico nel bel mezzo della campagna della provincia, ferito da chi ha deciso di introdursi nella sacrestia, ancora non si sa per quale motivo. Una volta all’interno gli incursori avrebbero acceso le candele per poi lasciarle incustodite e di conseguenza carta e mobili avrebbero poi preso fuoco con il fumo che ha saturato l’ambiente, raggiungendo anche la navata della chiesa. Il risultato è che “soffitto, capitelli e affreschi sono rimasti anneriti dalla fuliggine e i danni sono ingenti purtroppo – ha spiegato addolorato il Presidente della Pro Loco, Giovanni Prati.”

Un grave danno per il monumento, sottoposto ai vincoli della Soprintendenza alle Belle Arti di Torino. Nella chiesa erano già stati fissati tre matrimoni che non potranno più essere celebrati lì e la Pro Loco aveva previsto, il 14 aprile, una visita guidata nella chiesetta, ora non più immaginabile. I proprietari della chiesetta hanno già confermato la volontà di rimettere a posto il monumento, intanto però, necessariamente, le porte rimarranno chiuse a lungo e tutto per l’assurda incursione di qualcuno le cui intenzioni sono da chiarire. (Foto tratte da facebook).
Trinità de Lungi Castellazzo Bormida