TERZO – Sono finiti tutti e quattro in manette gli uomini che giovedì sera hanno messo a segno un furto in una abitazione a Terzo. Il tempestivo intervento dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Acqui ha permesso di intercettare la Golf su cui era fuggita la banda con un bottino di gioielli e preziosi del valore di circa 10 mila euro.

È stata proprio la velocità della vettura intercettata lungo la strada tra Terzo e la città termale a insospettire i militari. Inseguita la Golf diretta verso Castel Boglione, i Carabinieri hanno obbligato il conducente a fermarsi. Trovato su uno dei sedili posteriori un borsone con all’interno diversi oggetti d’oro e un cacciavite, presumibilmente usato per forzare la porta finestra dell’abitazione di Terzo, i Carabinieri hanno fatto scattare il fermo e poi l’arresto per furto pluriaggravato nei confronti dei quattro cittadini albanesi sulla vettura: Romarjo Miftari di 22 anni, Roland Luli di 20 e Skerti Limaci di 24 anni, tutti e tre residenti in Alessandria e con precedenti specifici e Oligert Alia, 22enne incensurato residente nel pavese. Bloccata la banda, i Carabinieri hanno poi provveduto a restituire i gioielli rubati al legittimo proprietario.