Impresa edile - Photo by John Salvino on Unsplash

PROVINCIA ALESSANDRIA – Le imprese in Piemonte sono oltre 432mila e circa una su dieci risulta guidata da stranieri. In particolare nel 2018 quelle di cittadini non piemontesi erano 43.742. Il tasso di crescita regionale è del +2.9%, dato identico a quello della provincia di Alessandria.

In regione le imprese edili sono quelle più numerose seguite dal settore commerciale. La maggiore crescita nel 2018 è stata però delle aziende turistiche, +4.4%.

La maggior parte delle imprese straniere (82,3%) ha struttura individuale, l’8,4% si costituisce come società di capitale e l’8,0% si struttura come società di persone; solo l’1,2% assume altre forme.

Analizzando i dati relativi alla natimortalità di queste imprese in base alla forma giuridica, emerge come le società di capitale registrino il tasso di natalità più alto (17,5%), a fronte di un tasso di mortalitàdecisamente più contenuto (2,6%): ne consegue un tasso di crescita decisamente positivo (+14,9%). Anche le imprese individuali evidenziano un elevato tasso di natalità (11,2%) controbilanciato però da un altrettanto elevato tasso di mortalità (9,0%): il tasso di crescita appare quindi più ridotto (+2,2%). Le società di persone manifestano un minor dinamismo, registrando analoghi livelli di tasso di natalità (+4,6%) e di mortalità (4,7%), con un tasso di crescita piatto (-0,1%). Le altre forme, infine, segnano un tasso di crescita dello 0,9%.

Disaggregando i dati per territorio, risulta come l’incidenza maggiore delle imprese straniere sul totale si registri a Torino (11,7%) e a Novara (11,3%). Asti (10,0%), Vercelli e Alessandria (entrambe con un peso del 9,9%) evidenziano un’incidenza straniera in linea con quella media regionale. Verbania (8,3%), Biella (6,2%) e Cuneo (6,0%) appaio, infine, i territori in cui le imprese straniere manifestano il peso inferiore. 

In termini di dinamica i tassi di crescita più elevati appartengono al Verbano Cusio Ossola (+4,8%) e ad Asti (+3,9%). Un ritmo di crescita lievemente superiore rispetto a quello medio regionale viene registrato daTorino (+3,2%)Alessandria registra un tasso di crescita identico a quello piemontese (+2,9%), mentre performance positive, ma meno espansive, appartengono a Novara (+2,1%)Cuneo (+1,9%) e Vercelli (+1,5%). Il tasso di crescita meno elevato risulta, così come nel 2017, quello del biellese (+0,7%).