adv-550

CASALE MONFERRATO – Ville, condomini e anche due castelli, uno nell’astigiano e l’altro, nel valenzano, trasformato in albergo-ristorante. Sono complessivamente 26 gli immobili sequestrati in via preventiva dalla Guardia di Finanza di Casale Monferrato a un imprenditore del casalese attivo nel settore delle investigazioni (M.L).

Il patrimonio dell’uomo, formalmente intestato a un’agenzia di investigazioni e a una società immobiliare, è stato ricostruito durante una complessa indagine coordinata dalla Procura di Vercelli e secondo le fiamme gialle casalesi sarebbe frutto dei “reiterati comportamenti illeciti” posti in essere dall’imprenditore. Tra questi una presunta truffa milionaria ai danni di una facoltosa ereditiera milanese e anche un’evasione fiscale che lo scorso anno era stata accertata dagli stessi finanzieri casalesi e che aveva portato al sequestro preventivo di circa 500 mila euro.

Il vasto patrimonio sequestrato in forza dell’ordine della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Torino è ora gestito da un amministratore giudiziario e secondo una prima stima è stato quantificato in circa 4 milioni di euro. Sono comunque in corso ulteriori perizie per stabilirne il reale valore commerciale dei beni, quasi certamente superiore alla prima stima.

adv-457

L’attività posta in essere dai finanzieri casalesi è da inquadrare nell’ambito degli accertamenti di carattere patrimoniale che il Corpo costantemente svolge nei confronti di soggetti connotati da “pericolosità sociale di tipo economico finanziario”.