adv-302

ALESSANDRIA – Anche l’Azienda Ospedaliera di Alessandria aderisce alla 6° edizione delle Giornate Europee dello Scompenso Cardiaco. In occasione dell’iniziativa promossa dalla Società Europea di Cardiologia, sabato 18 maggio, dalle 9 alle 13, e mercoledì 22 maggio, dalle 16 alle 18, verrà allestito un punto informativo nel reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Alessandria, al primo piano del Presidio Civile in via Venezia 16. Medici e infermieri distribuiranno materiale informativo sullo scompenso cardiaco e misureranno la pressione arteriosa dei cittadini per aiutarli a calcolare il rischio cardiovascolare attraverso una apposita Carta del Rischio Europea.

Lo scompenso cardiaco, fra le malattie cardiovascolari, è forse la meno famosa e più sottovalutata – ha spiegato il Dott. Gianfranco Pistis, Direttore della CardiologiaSi verifica quando il cuore perde la capacità di pompare il sangue in tutto il corpo in maniera adeguata rispetto alle richieste dell’organismo: questo non significa che si ferma, ma che non si riempie correttamente o che non ha la forza di svuotarsi come dovrebbe. Tra i fattori di rischio principali figurano l’ipertensione arteriosa, il diabete e gli stili di vita scorretti, perciò queste due giornate di educazione sanitaria sono fondamentali per aumentare la consapevolezza dei cittadini”.

Lo scompenso cardiaco infatti in Italia interessa circa 1 milione di persone, manifestandosi inizialmente con un senso di stanchezza e difficoltà di respiro, specie dopo uno sforzo fisico, a cui poi si possono aggiungere tosse, mancanza di fiato durante la notte ed episodi di vertigini. Gli operatori sanitari insegneranno quindi come comportarsi in questi casi, come prevenire i sintomi e daranno anche alcuni consigli su come poter assistere una persona affetta da questa malattia cronica.

adv-141

Lo scompenso, inoltre, è uno dei percorsi inseriti nel piano cronicità che l’Azienda Ospedaliera di Alessandria e l’ASL AL hanno elaborato insieme per rispondere alle specifiche esigenze di cura di questi pazienti complessi che, non potendo essere rivolte alla guarigione, sono finalizzate al miglioramento del quadro clinico e dello stato funzionale, alla minimizzazione della sintomatologia, alla prevenzione della disabilità e al miglioramento della qualità di vita. Ma il mese del cuore non si esaurisce con queste due giornate informative: il 29 Maggio è infatti in programma il quarto appuntamento di Ospedale Incontra che sarà dedicato proprio alle patologie cardiovascolari e al percorso assistenziale specifico per il paziente cardiochirurgico