adv-782

NOVI LIGURE – Novi Ligure è pronta ad accogliere la carovana rosa dell’11a tappa del Giro d’Italia. I ciclisti partiranno da Carpi e dovrebbero  arrivare intorno alle 17 a Novi Ligure, dopo aver percorso 221 chilometri lungo la pianura tra Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Voghera e Tortona.

La partenza a Carpi è fissata per le 11.55. Due i traguardi volanti previsti: San Zenone al Po (15.20/15.40) e Pontecurone (16.15/16.40). Poi, il finale lanciato: i ciclisti passeranno per Tortona, attraversando la Strada Statale per Voghera, via Emilia, largo Carabinieri d’Italia, largo Europa, corso Romita, largo Borgarelli, corso Alessandria e Strada Statale per Alessandria. Dopo Tortona, il gruppo proseguirà per Rivalta Scrivia e Pozzolo Formigaro, fino a Novi Ligure. Dopo aver attraversato Via Mazzini, Corso Marenco e via Raggio, i ciclisti voleranno fino al traguardo lungo il rettilineo della ex Statale 35 bis dei Giovi, all’altezza dello stabilimento Novi Elah Dufour (ore 17 circa).

 

adv-161

Nella città d’arrivo saranno due i punti nevralgici dell’evento:

  • il Quartiere tappa, presso il Museo dei Campionissimi, dove saranno presenti la Direzione generale e operativa, la sala stampa, la segreteria, gli uffici dei cronometristi e della giuria, e dove si svolgerà la conferenza stampa del vincitore;
  • il villaggio commerciale, open village, con la presenza di stand dei partner commerciali del Giro. Il villaggio, posto in piazza XX settembre, sarà aperto al pubblico e sarà in funzione dalle 14.30 alle 19.30.

Per raggiungere il traguardo verranno messi a disposizione alcuni bus navetta del C.I.T. dalle ore 14.30 alle ore 18.30. Le navette partiranno dall’ex Caserma Giorgi (Via Giuseppe Verdi) e da Piazza XX settembre e trasporteranno i visitatori alla rotonda del DKC, per poi riportarli in città alla fine dell’evento. Ci sarà inoltre un apposito bus per le persone disabili, con ritrovo al Museo dei Campionissimi alle ore 14.30.

La conferenza stampa del vincitore, che si svolgerà alle ore 18 al Museo dei Campionissimi, sarà seguita dal talk show “Un uomo solo al comando”, dove interverranno l’antropologo Marco Aime, il CT della Nazionale italiana maschile di ciclismo Davide Cassani, il campione di ciclismo Francesco Moser e Marina e Angelo Fausto Coppi. Condurranno lo show Luca Ubaldeschi, direttore de “Il Secolo XIX” e Marco Zatterin, vicedirettore de “La Stampa”.

adv-545

Per l’occasione, il Museo dei Campionissimi avrà i seguenti orari: martedì 22 maggio dalle ore 10 alle ore 19, con ingresso a prezzo ridotto in occasione del passaggio del Giro. L’ingresso sarà poi gratuito dalle 17.30 per il talk show.

Per festeggiare la tappa del Giro le vetrine dei negozi di Novi Ligure si vestiranno  di “rosa” e l’occasione verrà celebrata anche con uno speciale annullo filatelico di Poste Italiane e con cartoline celebrative dedicate alla città dei Campionissimi (in vendita mercoledì 22 al Centro Servizi dei Portici vecchi, in Corso Marenco 103).

Sempre questo mercoledì si terrà anche il Giro d’Italia d’epoca, con un punto espositivo all’ingresso di Via Roma. Un gruppo di appassionati, presieduto da Michela Moretti Girardengo, pronipote del Campionissimo, darà vita ad una pedalata sulle strade della Fraschetta novese. La partenza è prevista alle 11.45 dal piazzale interno dell’ex Caserma Giorgi. A sfilare fino a Villalvernia saranno le storiche maglie della Bianchi, Legnano, Salvarani, Carpano, Tricofilina, Maino, Wolsit e CVA (Circolo Velocipedistico Alessandrino) insieme a società come la Siof di Pozzolo e la “Pietro Fossati” di Novi. Da Villalvernia i ciclisti torneranno in via XX Settembre e in via Raggio per arrivare al traguardo verso le 13.30. Una volta conclusa la tappa, i ciclostorici riempiranno il centro di Novi sfilando con le “Bellezze in Bicicletta”, passando dal Museo dei Campionissimi.

Per limitare eventuali problemi organizzativi, nel pomeriggio di mercoledì 22 maggio  verranno sospese le attività didattiche e il servizio di mensa scolastica di tutti gli istituti scolastici comunali di Novi Ligure.

La manifestazione richiede un notevole sforzo organizzativo. Oltre al personale comunale, impegnato in vari settori, saranno a disposizione numerosi volontari di diverse Associazioni del territorio che si occuperanno anche di vigilare le strade temporaneamente chiuse al traffico.