bolletta_internet
adv-533

PROVINCIA – Una bolletta telefonica da 108 mila euro. Questa l’amara sorpresa che un cittadino della provincia di Alessandria ha trovato nella sua buca delle lettere. Come riferito dall’associazione Globoconsumatori la cifra deriva da un presunto “traffico internet” ma, ha sottolineato l’associazione, “Tim avrebbe dovuto avvertire l’utente, interrompendo la linea, non appena avesse consumato 150 euro nonché euro 50 nei paesi esteri non facenti parte dell’Unione Europea, chiedendo allo stesso se ne riconosceva il traffico, sospendendo la linea a telefonata o scaricamento di applicazione in corso”.

“Ciò non è avvenuto” ha rimarcato Globoconsumatori “per cui abbiamo provveduto ad istruire la pratica di conciliazione al Comitato Regionale per le Comunicazioni del Piemonte”.

“La Delibera Agicom n° 326/10 dice che gli operatori provvedono a far cessare il collegamento dati non appena il credito o il traffico disponibile residuo (di tempo o di volume) di cui al comma 1 sia stato interamente esaurito dal cliente, senza ulteriori addebiti o oneri per quest’ultimo, avvisandolo di tale circostanza il limite massimo di consumo per traffico dati nazionale pari a 50 euro per mese per utenze private e pari a 150 Euro per utenze affari oltre ad un limite di 50 euro per il traffico dati nei Paesi esteri diversi da quelli dell’Unione europea”.

adv-511