Casale Comics
adv-131

CASALE MONFERRATO – La quarta edizione di «Casale Comics&Games», tradizionale kermesse nazionale in programma a Casale Monferrato al Castello dei Paleologi lo scorso weekend, ha ottenuto un grande successo. Presenti al taglio del nastro il vicesindaco Emanuele Capra e gli assessori Daniela Sapio e Luca Novelli. L’accattivante offerta culturale proposta dalla direzione organizzativa, insieme alla suggestiva location storica, trasformata per l’occasione in polo fieristico, ha permesso ai numerosi visitatori di prender parte a molteplici attività coinvolgenti come dimostrato da 30 eventi, 9 mostre, 4 concorsi e 350 ospiti, espositori, autori, doppiatori e game designers.

Fumetti, videogiochi e cosplayer, protagonisti assoluti in grado di evocare un’atmosfera magica tutta da scoprire, hanno invaso i locali dell’antico maniero e le vie pedonali del centro storico, tra gli
applausi e lo stupore collettivo dei passanti, coinvolti anche loro nella cosiddetta «Cosplay parade», allegra sfilata cittadina svoltasi sabato pomeriggio.

Il festival, inoltre, ha saputo valorizzare i torrioni e i sotterranei della fortezza. Questi luoghi particolari e strategici sono stati trasformati in punti visitabili che hanno permesso agli appassionati conoscitori del settore «gaming» di combattere contro zombie e creature misteriose provenienti dal mondo della finzione. Molti inoltre gli ospiti di eccezione come Maurizio Merluzzo, Alice Doyle, Ivo De Palma e Mosè Singh, noti doppiatori apprezzati dal pubblico giovanile. Workshops, concerti, contest, esibizioni e incontri, scandendo il ricco programma del precedente fine settimana, hanno coinvolto l’intero pubblico. Curiosi personaggi, tramite sgargianti e singolari costumi indossati, conferendo un tocco di colore alle mura perimetrali del cortile interno – sito entro il quale si sono svolti i principali avvenimenti – sono stati apprezzati per l’originalità e la fantasia.

adv-44

Mostre, tornei ed esposizioni collaterali, inoltre, hanno arricchito ulteriormente l’evento che ha anche proposto un’area appositamente allestita e dedicata all’affascinante, sobrio e delicato mondo nipponico, ricreato attraverso differenti scorci e spaccati. Al pian terreno del castello, invece, era collocata la «Casale ComiXXX», mostra dedicata al fumetto erotico, costituita da 80 tavole. A concludere la serata di sabato, l’immancabile Paolo Bonfanti, celebre chitarrista blues. Ancora una volta, «Casale Comics&Games», ha proposto un Festival nel quale la spensieratezza e il divertimento hanno trovato la massima espressione nei personaggi di fantasia, simbolo di diversità capace però di tradursi in un’identità comune e collettiva.

Un festival, dunque, votato all’intrattenimento e una metafora della morale e dell’etica umana: ecco cos’è «Casale Comics&Games».

Foto tratta dal profilo facebook di Casale Comics&Games

adv-138