Una bella operazione della Polizia Stradale, Sottosezione di Ovada, ha permesso di bloccare il furto di gasolio e di alcuni pneumatici, avvenuto lungo l’autostrada A26 nei giorni scorsi, compiuto da due autisti romeni (G.C. e F.H.), in viaggio verso la Spagna per un regolare trasporto di merce.

I due si erano fermati in una piazzola di sosta dell’autostrada dei trafori e avevano affiancato un altro mezzo industriale spagnolo. Grazie a una potente pompa idraulica, nascosta sul mezzo, hanno quindi cominciato ad aspirare circa 300 litri di carburante.

Non contenti i due hanno anche messo gli occhi sull’allettante carico di pneumatici del mezzo depredato. I camionisti hanno così tagliato il telone che ricopriva il semirimorchio per trasferire subito parte del carico. È a quel punto che gli agenti sono intervenuti con due pattuglie impiegate nel servizio notturno e hanno sorpreso i due malviventi. Nonostante l’impacciato tentativo di nascondere l’azuione criminosa la coppia di ladri ha poi dovuto arrendersi all’evidenza. L’attenta perquisizione del veicolo su cui viaggiavano ha infatti permesso di recuperare gli oggetti utilizzati per la forzatura del tappo del serbatoio e il taglio del telone, la pompa idraulica e i tubi utilizzati per l’aspirazione del carburante. Sono infine stati recuperati i 34 pneumatici (valore circa 5 mila euro) che prima dell’intervento degli Agenti della Polizia Stradale erano stati già posizionati sul mezzo rumeno.

adv-18

I due arrestati sono stati condannati a 9 mesi di reclusione e rimessi in libertà con la condizionale. 

Nella foto il comandante della Sottosezione autostradale di Ovada sulla A/26

adv-980