Scuola, in provincia “personale covid” senza stipendio dopo 2 mesi. Sindacati: “Come l’anno scorso”
adv-490

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Un triste déja vu. Come era avvenuto nel 2020, anche quest’anno in provincia di Alessandria circa 200 lavoratrici e lavoratori del mondo della scuola nel nostro territorio, tra docenti, collaboratori scolastici e supplenti temporanei non hanno ancora ricevuto alcuno stipendio. Si tratta del cosiddetto “organico covid”, quest’anno definito “aggiuntivo”, assunto cioè per far fronte alle maggiori necessità evidenziate dalla pandemia, ancora in arretrato rispetto agli emolumenti di ottobre e novembre. Lo hanno evidenziato le segreterie provinciali dei sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Rua e Snals Confsal.

“E pensare che c’è addirittura qualche docente ancora in attesa di un paio di mensilità dello scorso anno scolastico” ha aggiunto Serena Morando, segretario provinciale Flc Cgil “abbiamo chiesto al Ministero e fanno sapere di aver già attivato i flussi per i pagamenti. Al momento non ci sono ancora novità. Purtroppo la maggioranza di questi lavoratori proviene dal sud e hanno già dovuto sostenere delle spese per poter vivere qui, ad esempio l’affitto. Il nostro auspicio è che non succeda come l’anno scorso, quando i primi pagamenti arrivarono addirittura a febbraio. E come è avvenuto nel 2020/2021 non le province d’Italia si sono manifestati questi ritardi. Come parti sociali aspetteremo la prossima settimana, poi cominceremo ad avviare i decreti ingiuntivi”. 

Nella foto le proteste sindacali dello scorso anno

adv-421