Una cittadina di Frugarolo: “Un uomo è entrato in casa mia, ha detto che era solo uno scherzo”

FRUGAROLO – “L’ho visto entrare in casa mia e ho dato l’allarme”. Una cittadina di Frugarolo ha raccontato alla nostra redazione la disavventura vissuta ieri pomeriggio, per fortuna senza conseguenze. Poco dopo le 13 la donna era andata a prendere il figlio a scuola, un tragitto di pochi minuti che compie ogni giorno. Al ritorno, però, ha visto poco distante da lei un uomo incappucciato che, dopo aver scavalcato la cancellata, stava tentando di entrare in casa.

adv-802

In questi casi o si ha coraggio o si ha paura” ha raccontato la donna ai nostri microfoni non ho pensato se potesse avere con sé un’arma. Dovevo difendere la mia casa, ho lasciato mio figlio in auto e sono corsa dietro di lui, praticamente eravamo entrati quasi a tempo. Ho dato l’allarme e ho subito chiamato i Carabinieri che, dopo poco, sono arrivati e lo hanno bloccato. Era un ragazzo italiano, di circa 25 anni. Non ha avuto tempo di scappare, forse anche perché ho diversi pitbull in giardino e magari immaginava che, se fosse fuggito, io li avrei potuti liberare per farlo rincorrere. Alla fine mi ha detto che era entrato per fare uno scherzo. Eppure era tutto incappucciato e portava con sé un grande zaino vuoto”.

La donna ha contattato la nostra redazione anche per avvisare i propri concittadini: “Ripensandoci, poco prima di casa mia c’era un’auto grigia ferma, con dentro una persona anch’essa incappucciata. Molto probabilmente il ragazzo che è entrato in casa mia era stato accompagnato, aveva un complice. Dico solo ai miei vicini di casa e agli abitanti di Frugarolo di stare attenti. A me non era mai capitata una cosa del genere ma il proprietario della mia casa ha detto di aver già subito due furti e una volta i ladri avevano tagliato l’inferriata per poi entrare dalla finestra della mansarda. Da cittadina, purtroppo, non mi sento sicura. Giusto monitorare con attenzione il centro di Alessandria, ma basta abitare in periferia, non dico in campagna, che tutto cambia, eppure anche noi paghiamo le tasse, come tutti”. 

adv-198

Foto di repertorio