Addio alla scrittrice Rosetta Loy. Riposerà a Mirabello dove ambientò “Le strade di polvere”

ROMA – Si è spenta a 91 anni la scrittrice Rosetta Loy. Nata a Roma, ha fatto parte della “Generazione degli anni trenta” insieme ad alcuni dei più conosciuti nomi della letteratura italiana, tra cui anche Umberto Eco.

Raccontò di aver scritto il suo primo racconto a 9 anni ma debuttò poi nel 1974. Con il suo primo romanzo “La bicicletta” vinse il premio “Viareggio Opera prima” ma è con “Le strade di polvere” che arrivò al grande pubblico dei lettori. Rosetta Loy ambientò il romanzo a Mirabello Monferrato, paese dove c’è ancora la casa del padre. In quelle pagine raccontò la storia di una famiglia monferrina, dalla fine dell’età napoleonica ai primi anni dell’Unità d’Italia, vincendo ben cinque premi letterari, tra cui il Premio Campiello nel 1988.  Sono seguiti, poi, numerosi altri romanzi e premi, tra cui quello il Campiello alla Carriera conferito nel 2017.

I funerali di Rosetta Loy si terranno martedì nella sua città,  Roma, dove la scrittrice si è spenta sabato, nella sua casa. Come riportato sulle principali testate nazionali, Rosetta Loy sarà in seguito tumulata nel cimitero di Mirabello Monferrato.

adv-293