A Castelnuovo Bormida torna “Pink Moon”, il festival del Teatro del Rimbombo che celebra il femminile

CASTELNUOVO BORMIDA – Dal 24 al 27 novembre il Piccolo Teatro Enzo Buarné di Castelnuovo Bormida si tinge di rosa per la nuova edizione del “Pink Moon Festival”, quattro serate di spettacoli per celebrare la forza e la delicatezza del femminile.

Si comincia giovedì 24, alle 21, con “La super-casalinga di e con Roberta Paolini che racconta le gesta di una casalinga alle prese con un’orrenda macchia che minaccia di sconvolgerle la vita. La “Super-casalinga” cresciuta seguendo gli opprimenti insegnamenti della madre, ha appreso ogni segreto in fatto di cura della casa, ordine e disciplina, condensando in sé millenni di sapienza casalinga, alla quale dovrà attingere per sconfiggere una macchia. La battaglia non si presenta facile perché non si tratta di una macchia qualunque ma la più difficile, ostinata e imbattibile fra tutte. Uno spettacolo comico che utilizza il teatro fisico e l’arte del clownesco per trascinare gli spettatori dentro una classica avventura da supereroi con tanto di sigla, effetti speciali e colpi di scena.

Venerdì 25 novembre, alle 21, le attrici e gli attori del Teatro del Rimbombo metteranno in scena il Caffè Cantante “Pink Edition”, uno spettacolo corale che si ispira alla tradizione dei caffè cantante dei primi decenni del Novecento, strizzando l’occhio alle trasmissioni culto di Renzo Arbore come “Quelli della notte” e “Indietro tutta”. Un vero e proprio varietà con tanto di bar al centro del teatro per ridere, piangere, fare festa insieme.

Sabato 26 novembre, alle 21, sul palco del teatro di Castelnuovo Bormida salirà Alice Redini con la pièce “Fame. O dell’avere i crampi all’anima”, un monologo esilarante, a tratti
grottesco. Un continuo cortocircuito tra il personaggio del romanzo Fame, il capolavoro del premio Nobel norvegese Knut Hamsun, scritto nel 1890, e il personaggio che sulla scena lo interpreta. In maniera ironica Alice Redini indaga sul nostro tempo chiedendosi di cosa siamo ‘affamati’ oggi.

La seconda edizione del Pink Moon Festival si chiuderà domenica 27, alle 18, con “La guastafeste”, scritto e diretto da Daniel Gol e interpretato da Laura Gualtieri, Emiliana Illiani e Daniela Tusa. Tre donne sedute a un tavolo, un po’ complici e un po’ antagoniste, danno voce alle tappe di crescita di una vita qualsiasi, inserendo frammenti autobiografici.
Giocando con gli eventi, gli incontri e gli incidenti di percorso, si delinea un’esistenza sempre in bilico tra desideri personali e condizionamenti esterni. La percezione individuale dello spettatore si incrocia con il potere comunicativo delle attrici e del regista, dando voce al passato, al presente e ai sogni per il futuro con cui ciascuno di noi, ogni giorno, si confronta.

Il biglietto di ingresso a ogni spettacolo è di 12 euro per gli adulti; 8 euro per i bambini tra i 5 e i 12 anni e di 10 euro per i soci del Teatro del Rimbombo e per i residenti a Castelnuovo Bormida. Sarà possibile utilizzare il Bonus cultura e il Bonus 18 anni.

È gradita la prenotazione, telefonando o inviando un messaggio Whatsapp a Angela al numero 3393055082.

Per chi ha piacere ci sarà possibilità prima e dopo lo spettacolo di prendere un cocktail dal bar “da Giuditta” o di cenare presso il ristorante dell’associazione enogastronomica culturale “La Cicala” con un menù tutto pink. All’evento parteciperà l’associazione me.dea di Alessandria. Il Teatro del Rimbombo ringrazia il Comune di Castelnuovo Bormida per la concessione degli spazi grazie ai quali ha la possibilità di portare avanti queste iniziative.