FUBINE – Il Comune di Fubine ha deciso di implementare il servizio di videosorveglianza. L’azienda BBBell installerà dieci telecamere: aggiunte alle due già esistenti, monitoreranno alcune zone sensibili come la scuola materna, l’area ecologica, le vie d’accesso al centro abitato come la Strada Provinciale 50 in entrata e in uscita dal Comune, nella zona del Cisternone, in regione San Rocco, in strada Serra/Nani-Vergani e al cimitero con il monitoraggio del parcheggio e dell’ingresso principale.

All’interno dell’ufficio comunale è stato allestito il Centro di Controllo dove si potrà sorvegliare in “tempo reale” l’efficienza dell’impianto e condurre qualsiasi ricerca e analisi sulle immagini giù registrate senza interrompere le registrazioni in atto.

La azienda BBBell ha realizzato l’installazione dell’intera infrastruttura, composta da telecamere, punti video e Centro di Controllo immagini, fornendo nel contempo l’assistenza per tutti i lavori di predisposizione dell’impianto come, ad esempio, la fornitura di nuovi pali sui quali posizionare le telecamere, gli scavi e i rinterri necessari per la posa di cavi elettrici per alimentare i nuovi pali.  BBBell, inoltre, garantirà assistenza e monitoraggio costanti su tutto l’impianto da parte di tecnici specializzati, che interverranno automaticamente ogni qual volta sarà necessario, sollevando il Comune dal problema della manutenzione della rete e della risoluzione degli eventuali problemi.

La collaborazione con BBBELL – ha detto il vicesindaco Piero Longo – è stata dettata, essenzialmente, dalle prerogative tecniche dell’azienda che ha già realizzato ed ha in corso di realizzazione analoghi impianti in comuni limitrofi, avvalendosi dell’infrastruttura di rete wireless a banda larga BBBell. In tal modo stiamo ponendo le premesse per una futura rete di videosorveglianza “allargata” a disposizione delle forze dell’ordine a garanzia della sicurezza del cittadino. Questo progetto ha inoltre consentito di ottenere, tra gli altri e a costo zero per l’Amministrazione, il contestuale potenziamento dei collegamenti internet della sede comunale e dell’edificio scolastico nonché di dotare di hot spot pubblico wifi piazza Garibaldi con l’annesso Teatro dei Batù (ex Chiesa del Ponte), piazzetta Mortara e le attigue sedi dell’Avis e della CRI, l’oratorio parrocchiale e la canonica, piazza Colombo.”