PIETRA MARAZZI – Dal numero di targa del motorino usato per raggiungere strada San Defendente a Pietra Marazzi i Carabinieri sono riusciti a identificare l’autore dell’incendio di un cassonetto di rifiuti, dato alle fiamme nella tarda mattinata del 14 giugno.

Rintracciato dai militari nel pomeriggio dello stesso giorno, il minorenne aveva ancora addosso gli abiti descritti da alcuni testimoni. Quando i militari hanno controllato il motorino e recuperato nel portaoggetti un accendino e alcuni pezzi di diavolina il ragazzo non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità. Fatta scattare la denuncia per danneggiamento, i Carabinieri di Bassignana ora proseguono gli accertamenti e l’analisi delle riprese dei sistemi di videosorveglianza per capire se il minorenne sia responsabile anche dell’incendio dei cassonetti vicino alla chiesa di San Martino, sempre a Pietra Marazzi. Continua dopo il banner

adv-209

Due diversi atti vandalici, commessi il 29 e 30 maggio da due persone che si erano poi allontanate su un motorino, che avevano ridotto in cenere i contenitori dei rifiuti e distrutto anche il vicino portone in legno della canonica e i sostegni delle altalene del parco giochi.