VALENZA – La Casa della Salute di Valenza sarà operativa tra 12 o 15 mesi. Lo ha detto l’assessore regionale Antonio Saitta durante il question time a in Regione. A chiedere lumi è stato il consigliere regionale di Articolo 1, Walter Ottria. La Casa della salute sorgerà in via Raffaello, nei locali occupati in passato dal Sert e dai servizi psichiatrici con un investimento di 800 mila euro necessari alla ristrutturazione dei 750 metri quadri disponibili. I locali però, ha precisato Saitta, non saranno comunque in grado di smaltire l’intera richiesta di salute dei valenzani.

Venti posti letto in continuità assistenziale dovrebbero tuttavia essere garantiti in una delle strutture residenziali presenti in città. Ottria ha nvitato l’assessore regionale a incontrare immediatamente il Sindaco di Valenza e l’Asl di Alessandria per coprire i servizi e i posti letto che mancheranno con il superamento dell’Ospedale Ex-Mauriziano.

“Appare evidente – è il pensiero di Ottria – che i posti di continuità assistenziale siano un servizio irrinunciabile per i cittadini e, per questo motivo, il sito in cui saranno collocati deve essere stabilito in tempi brevi e certi. Inoltre – continua Ottria – i locali in cui realizzare il nuovo presidio sanitario dovranno essere allocati in un luogo idoneo, adiacente e ben connesso al sito di via Raffaello. In ultimo – conclude Ottria -, è necessario che la Giunta e la Commissione regionale alla Sanità, riprendano velocemente il discorso con il tavolo tecnico, con il Comune di Valenza e con l’ASL: leggendo i buoni propositi dello scorso anno, ho la netta impressione che si sia perso un po’ di tempo”.