AGGIORNAMENTO ORE 12: Dopo un lungo dibattito, il consiglio Comunale ha approvato, con una serie di emendamenti,  l`ordine del giorno presentato da Gheorghe Raica del Gruppo Misto per impegnare la Giunta a chiedere al Governo di modificare l`attuale normativa sulle modalità di voto durante le amministrative ed elezioni europeee per i rumeni, poi esteso a tutti i cittadini comunitari, residenti ad Alessandria.

AGGIORNAMENTO ORE 11.20:  Dopo l`approvazione dell`ordine del giorno sulla famiglia basata sui vincoli affettivi, la seduta del Consiglio é proseguita con la discussione e successiva approvazione dell`ordine del giorno per chiedere al Governo di utilizzare i fondi destinati ai caccia militari per implementare i servizi sanitari nazionali e l`occupazione. Continua dopo il banner

adv-187

AGGIORNAMENTO ORE 10.50: Rientrati in aula alcuni componenti della Giunta, il consiglio comunale e’ ripreso con l’intervento dell’assessore Mauro Cattaneo sull`ordine del giorno dedicato alla promozione del riconoscimento delle famiglie “di fatto”.

AGGIORNAMENTO ORE 10.40: L’assenza di quasi tutti i membri della Giunta dall’aula,, usciti a poco a poco durante il Consiglio, ha indispettito piu’ di un consigliere, non solo di minoranza, e spinto il Presidente Mazzoni a sospendere la seduta per 10 minuti. Un indispettito primo cittadino ha pero’ voluto mettere ‘le cose in chiaro’: “gli assessori non sono in aula perche’ stanno lavorando. L’assessore Cattaneo, ad esempio, e’ impegnato in un tavolo per i lavoratori di Aspal” ha tuonato il sindaco. “Anche i consiglieri comunali meritano pero’ rispetto” ha replicato Giorgio Abonante del Pd.

AGGIORNAMENTO ORE 10.30: A chiudere le interpellanze il Presidente del Movimento 5 Stelle, Angelo Malerba, che ha sollecitato azioni piu’ incisive, anche a livello di comunicazione, per sensibilizzare i cittadini sui rischi legati ai ‘botti, petardi”, comunque vietati ad Alessandria durante tutto il periodo delle festivita’ natalizie e di capodanno.

AGGIORNAMENTO ORE 10.10: Ancora una interpellanza all’assessore Claudio Lombardi, questa volta da parte di Ciro Fiorentino della Federazione della Sinistra sulla situazione dei 3 ispettori ambientali di Amiu. “Il contratto di servizio e’ scaduto Il 30 settembre e la richiesta di proroga ‘a costo zero’ fatta dalla Giunta’ e’ stata cassata dal liquidatore di Amiu” ha ricordato Il consigliere chiedendo spiegazioni sul futuro dei lavoratori. Sottolineata l’importanza della funzione svolta dagli ispettori ambientali, l’assessore ha quindi rimarcato la volonta’ della Giunta di portare avanti il servizio. “Far svolgere un servizio senza contratto mi sembra assurdo” ha quindi concluso Fiorentino, ammettendo pero’ di non aver capito la risposta data dall’assessore Lombardi.

AGGIORNAMENTO ORE 9.55: il Consiglio prosegue con l’interpellanza del Presidente della Lega Nord, Roberto Sarti, sull’adozione di strumenti per misurare il livello di PM10 in citta’, soprattutto dopo le recenti modifiche della viabilita’. A rispondere l’assessore Claudio Lombardi: “proprio in questi giorni abbiamo deciso di spostare la centralina da via Lanza in un punto vicino alla scuola Volta. L’altra centralina, che misura il livello di inquinamento causato dal traffico, e’ in piazza D’Annunzio”. “Presto” ha aggiunto l’assessore “verra’ attivata anche una campagna di misurazioni nell’area vicino al Comune di Alessandria. Rispetto al 2012 con i  95 superamenti rispetto ai 35 concessi dalla legge – ha concluso Lombardi – “quest’anno Alessandria superato il limite 49 volte. “Ipotizzando un’altra decina di superamenti da oggi alla fine dell’anno saremmo comunque al di sotto dei dati dello scorso anno”.

AGGIORNAMENTO ORE 9.50: A sottolineare l’assenza dei Moderati in Consiglio, Il presidente del Pdl, Piercarlo Fabbio. “Come dovremmo considerare, come minoranza, questa rottura all’interno della maggioranza? – ha quindi chiesto Fabbio rivolgendosi alla Giunta.

AGGIORNAMENTO ORE 9.40: Ventisei consiglieri hanno occupato i banchi della sala consiliare di Palazzo Rosso per la nuova seduta del consiglio comunale. Rimangono vuote,invece, le sedie dei Moderati. “Assente giustificato” l’assessore Marcello Ferralasco, ha spiegato il Presidente Enrico Mazzoni, questo venerdi impegnato a Torino per un incontro sul nodo ferroviario alessandrino.

NOTIZIA

La situazione dei 15 lavoratori del Teatro Regionale Alessandrino approda in Consiglio Comunale ad Alessandria. Tra i vari punti all’ordine del giorno nella seduta di questo venerdì mattina c’è infatti anche una mozione a firma del sindaco del capoluogo, Rita Rossa, “per dare la possibilità agli amministratori di Alegas e Amag di assorbire i lavoratori” ha spiegato lo stesso primo cittadino. Per i 15 dipendenti, da oltre tre anni alle prese con la cassa integrazione e con sempre meno certezze sul loro futuro lavorativo, si è infatti accesa una nuova speranza dopo la notizia della possibile proroga di altri tre mesi della cassa in deroga da parte della Regione Piemonte. Tirato un sospiro di sollievo rispetto alla drammatica prospettiva di veder finire la copertura dell’ammortizzatore sociale dall’ormai prossimo 31 dicembre, i dipendenti del Tra questo venerdì mattina saranno presenti sul loggione della sala consiliare per ascoltare gli interventi dei consiglieri in merito al progetto legato a quelle che sono le partecipate “più in salute” del Comune capoluogo. L’amministrazione chiederà infatti l’avvallo del Consiglio per cercare di distaccare i lavoratori in Amag e Alegas e, forte dell’atto dei consiglieri, chiedere la Prefetto Romilda Tafuri, di aprire un tavolo di crisi cui far comparire anche la Regione Piemonte. L’appoggio del Prefetto in questa operazione, ha spiegato il primo cittadino, è quanto mai fondamentale anche per tutelare gli amministratori delle partecipate che, di fatto, potrebbero essere chiamati a rispondere dell’assorbimento di altri dipendenti. La delicata vicenda dei lavoratori del teatro, ha spiegato poi il sindaco di Alessandria, potrebbe spingere anche i Moderati a tornare a occupare i banchi di maggioranza dopo il “congelamento di ogni attività” annunciato nelle scorse settimane. “Non ho motivo di dubitare della presenza dei Moderati nella seduta di questo venerdì – ha spiegato il sindaco – Sarebbe singolare che una forza politica che si è sempre detta dalla parte dei lavoratori faccia mancare il proprio voto proprio quando si decide di una vicenda delicata come quella dei dipendenti del Tra”.