ALESSANDRIA – Il Movimento 5 Stelle di Alessandria ha invocato chiarezza in merito al bando del servizio di refezione scolastica. Mentre i lavoratori sono in attesa di conoscere il loro futuro, dopo l’assegnazione provvisoria alla cooperativa “Solidarietà e lavoro”i pentastellati hanno ricostruito quanto avvenuto negli ultimi dodici mesi.

Un anno fa abbiamo chiesto una commissione per discutere delle tariffe e del bando refezione scolastica per avere tempo di affrontare tutte le problematiche con calma. Abbiamo poi chiesto, per iscritto, che venissero messe nel bando garanzie per i lavoratori e sulla qualità del servizio“.

“Oggi” prosegue il M5S “ci troviamo a meno di 30 giorni dall’apertura delle scuole senza certezze con i genitori che ci chiedono se conviene iscrivere o no i figli al servizio mensa. Abbiamo chiesto la convocazione di una commissione aperta sul tema, che pero’ (legittimamente) verrà convocata a settembre”.

“È opportuno” conclude il presidente del M5S in consiglio comunale Michelangelo Serra “venga fatta subito chiarezza sull’assegnazione del bando, sulla tariffa di iscrizione e relativo pagamento o rateizzazione, sulla salvaguardia dei posti di lavoro e organizzazione e qualità del servizio. Altrimenti saranno i cittadini dover preparare un piano B e preparare i pasti a casa o a andarsi a recuperare i figli in pausa pranzo”.