PIEMONTE – Il consigliere regionale di Forza Italia, Luca Rossi, ha depositato una proposta di legge per istituire in regione l’albo dei Comuni piemontesi che intendono adottare la formula del Baratto amministrativo.

La costituzione di un albo, con la predisposizione di appositi incentivi, secondo il consigliere azzurro, può agevolare i cittadini in difficoltà ma anche i Comuni “che spesso faticano a riscuotere i tributi dovuti e che da anni registrano carenze di personale”. “I contratti di partnerariato sociale – ha aggiunto Luca Rossi – possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze o strade, o anche la loro valorizzazione mediante iniziative culturali di vario genere, interventi di decoro urbano, di recupero e riuso con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati. In relazione alla tipologia degli interventi, gli enti territoriali individuano riduzioni o esenzioni di tributi corrispondenti al tipo di attività svolta dal privato o dalla associazione ovvero comunque utili alla collettività in un’ottica di recupero del valore sociale della partecipazione dei cittadini alla stessa. Mi pare un percorso di civiltà soprattutto in un momento di crisi economica come quella attuale”.

In questa prima fase di sperimentazione, si prevede una dotazione economica di 500.000 euro. Confido – ha concluso Rossi – che la Giunta regionale voglia lanciare un segnale forte ai tanti cittadini in difficoltà economica incolpevole e alle amministrazioni comunali che da anni vedono ridurre i trasferimenti statali per far quadrare i conti dei Governi centrali”.