salvini

ITALIA – No al processo per Matteo Salvini. Questo il verdetto delle consultazioni online degli attivisti del Movimento 5 Stelle sulla piattaforma Rousseau in merito alla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno, riguardo la vicenda della nave Diciotti.

Contro l’autorizzazione a procedere si è espresso il 59.05% di chi ha votato, pari a 30.948 preferenze. 21.469 i voti a favore del procedimento, il 40,95%.

“52417 iscritti si sono espressi” ha dichiarato a Radio Gold la senatrice alessandrina Susy Matriscianomolti di più delle parlamentarie che ci hanno permesso di candidarci alle elezioni politiche. Se quel voto è stato valido allora, lo è sicuramente anche questo e non lo si può negare“.

Matrisciano ha preferito poi non rivelare il suo voto: “Se avessi voluto esprimerlo lo avrei fatto prima. Ma siccome non ho voluto influenzate nessuno ho ritenuto opportuno non farlo. Ormai non conta più. E’ molto importante, invece, quello che hanno votato gli attivisti”. 

“Mi aspettavo un risultato in bilico” ha sottolineato a Radio Gold il capogruppo pentastellato in consiglio comunale ad Alessandria Michelangelo SerraNon avrei scommesso né in una direzione, né nell’altra”. A differenza della maggioranza, Serra ha votato per l’autorizzazione a procedere ma, ha sottolineato, “è sempre un bene che vengano consultati gli attivisti. Mi auguro che questa procedura si ripeta in futuro. Certo, per quanto riguarda i nostri portavoce siamo sempre stati più rigidi su questi temi, promuovendo campagne a favore dei procedimenti. Ad ogni modo la maggioranza si è espressa quindi prendo atto”.

“Cosa cambierà dal punto di vista politico? Ovviamente l’alleanza di governo si rafforza ma, a giudicare dalle esternazioni dei leghisti nelle ultime ore, penso che anche un voto opposto non avrebbe cambiato molto. In questo senso non ero particolarmente preoccupato”.